RASSEGNA “POSTO UNICO”
NUOVA STAGIONE DI SPETTACOLI
PER LA PROVINCIA LECCHESE

rassegna posto unico 02LECCO – “Posto Unico” è giunto alla ventesima edizione, “2o stagioni di rassegna teatrale indirizzate ai giovani e distribuite su tutto il territorio” commenta il presidente Acel service Giovanni Priore“Quando si hanno disponibilità è facile darsi da fare, l’impegno vero è stato dimostrato dalla Provincia, la quale continua a sostenere il progetto, nonostante i mezzi limitati” continua Priore. Acel si presta come sponsor, nonostante venda gas e energia elettrica, in quanto la società conta sulla partecipazione pubblica. “Questa rassegna – spiega Pieranna Rusconi – è il frutto della larga condivisione e della rete fatta da Comuni, Comunità Montana, operatori teatrali e culturali, del sostegno di Acel e della coordinazione della Provincia”.

Quest’anno “Posto Unico” consta di sette stagioni teatrali, distribuite tra comuni locali, Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino, Comunità Montana della Valsassina e il territorio del meratese.

rassegna posto unico carlo greppiLa Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino, rappresentata dal suo presidente, Carlo Greppi, dal 2009 interviene nel progetto, accolto da 1600 spettatori nel 2015, con 6 spettacoli proposti e vedrà coinvolti 7 comuni nel 2016, partecipando con un sostegno di 3000 euro alla realizzazione del progetto. Tra gli spettacoli vengono segnalati:

– a Carenno Fontemaggiore teatro in “Storia tutta d’un fiato” e Teatro Invito in “Hansel & Gretel”;
– a Civate Scarlattine Teatro con “Lunatica”;
– a Galbiate Ortoteatro in “Fiabe dolci, dolci da fiaba” e Cicogne teatro “Buon viaggio”;
– a Valmadrera Matuta Teatro presenta “Cappuccetto red” e il Teatro dei colori con “Storie di Kiriky e gli animali selvatici”.

rassegna posto unico giusy vassenaLa maggiore difficoltà e al contempo la capacità di organizzazione, dimostrata da “Posto Unico” è stata quella di adattarsi alle location disponibili, adeguando i propri spettacoli all’audience prevista. “Gli spettacoli sono stati scelti in base a spazi e utenza” spiega Giusy Vassena per Teatro Invito.

La Comunità Montana della Valsassina ha raggiunto l’undicesima edizione di questa rassegna, nonostante l’uscita di scena di Introbio. Quest’anno saranno previste le seguenti iniziative, tutte promosse dal comune di Pasturo:

– “Il racconto dei promessi sposi” di Teatro Invito

– Coltetteria Einstein in “Buonanotte Martina” e “Il segreto di Dedalo”

– Teatro Pirata in “Voglio la Luna”.

rassegna posto unico dario vassenaDario Vassena, sindaco di Dervio, in rappresentanza dei comuni del Lario Orientale, sottolinea “l’importanza di una simile offerta diversificata e del coordinamento provinciale, nel rendere possibile tali occasioni di accrescimento culturale per comuni altrimenti limitati dalla distanza dalla Provincia”, 4 comuni hanno accolto la proposta e si tratta di:
Mandello del Lario con la Compagnia Ruinart in “Bolle d’aria”
Dervio con Piccoli idilli in “Sole nero Luna rossa” e “Storie di lupi”
Bellano con Teatro Cargo in “Compleanno Afgano” e Claudio e Consuelo in “Roclò”
Abbadia Lariana “Giangatto e le strega Giuseppina” di Teatro Invito.

“Copioni” intratterrà il pubblico lecchese in Sala Ticozzi, uno spettacolo teatrale rivolto a studenti liceali e anche ai più giovani, tale scelta dovuta all’aumento di risposta positiva delle scuole rispetto allo scorso anno, quasi il doppio di riscontri positivi rispetto al 2015.

Eugenia Neri di “Piccoli idilli” parla delle proposte nel meratese, dove si vedrà come tema centrale quello della luce, nello spettacolo “Racconti d’inverno”. Olginate, rappresentato dall’assessore Paola Viganò, si pone come obiettivo la riscoperta della natura, della diversità e i risvolti dell’adolescenza, attraverso “In fila per due” promosso da Alberoblu.

Infine ScarlattineTeatro a Olgiate Molgora descrive una proposta del tutto innovativa. “Yurtakids“, un teatro nel teatro. Verrà installata una yurta, tenda mongola, che delineerà uno spettacolo all’interno delle scuole, mediante una serie di proposte quali “Miloemaya”, “Piccole inquietanti meraviglie”, “Notte nella yurta”, “Lexcursus” e “Miraggi e migranti”.

La rassegna coinvolge anche le famiglie e le tematiche sono state perlopiù scelte su indirizzamento delle scuole stesse, intrattenendosi nei temi più disparati, soprattutto legati alla questione dell’immigrazione, la diversità è al centro della proposta didattica. Ulteriore novità nell’inserimento di laboratori in aggiunta ad alcuni spettacoli.

Il consigliere provinciale delegato alla cultura rassegna posto unico 09 ugo panzeriUgo Panzeri, chiude la presentazione evidenziando l’importanza della resistenza territoriale, affinché tutto quello che è stato costruito in questi 20 anni di rassegna teatrale non venga perso. “Se ‘Posto Unico’ va avanti dobbiamo fare tre ringraziamenti: ai Comuni, i quali nonostante le difficoltà mettono risorse nella cultura, soprattutto nelle scuole; alle compagnie teatrali che non demordono, svolgendo le stesse attività con retribuzioni dimezzate; ad Acel, che potremmo ridefinire come ‘Agenzia culturale energia lecchese”, considerato l’indispensabile sostegno alle molte iniziative culturali lecchesi”.

Martina Panzeri

 

 

Pubblicato in: Cultura, Teatro, Città, Hinterland, Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati