RENATE-LECCO DAL GIUDICE:
FRACCHIOLLA SQUALIFICATO
“PER MINACCE ALL’AVVERSARIO”.
MULTA DI 1.000 € AL MISTER

LECCO – Inibito a svolgere ogni attività in seno alla Figc il ds della Calcio Lecco Domenico Fracchiolla. La stangata del giudice sportivo colpisce il dirigente bluceleste per lo scontro avuto con l’omologo nerazzurro negli ultimi minuti della gara di domenica tra Renate e Lecco.

Fracchiolla avrebbe “al 38° minuto del secondo tempo, tenuto un comportamento offensivo e minaccioso nei confronti di un tesserato della squadra avversaria, in quanto, a seguito di un fallo subito da un proprio calciatore, si alzava dalla panchina e, con fare minaccioso e intimidatorio, si avvicinava alla panchina avversaria, e in particolare ad un dirigente avversario, pronunciando al suo indirizzo frasi gravemente offensive e minacciose. Solo grazie all’intervento dei dirigenti e calciatori delle società il Fracchiolla veniva trattenuto e allontanato per evitare il contatto fisico con il Sig. Crippa”.

Mano pesante del giudice sportivo anche per Massimo Crippa, ds brianzolo, il quale, oltre ad aver risposto e a sua volta minacciato il lecchese, avrebbe “al termine della gara nel rientrare negli spogliatoi, tenuto una condotta irriguardosa nei
confronti dell’arbitro pronunciando al suo indirizzo frasi irrispettose per dissentire verso il suo operato”. Comportamento che gli costerà anche 500 euro di multa.

Sanzione anche per il tecnico lariano Luciano De Paola. Mille euro la multa “per avere tenuto, al 22°minuto del secondo tempo, mentre si trovava nella propria area tecnica, un comportamento non corretto nei confronti di un tesserato della Società avversaria, proferendo per due volte al suo indirizzo una frase ad alta voce e con tono minaccioso”.

 

 

Pubblicato in: Calcio, Città, Cronaca, News, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .