“RIVOLTA” ANTI-BRAMBILLA FIRMATA DA 111 NEL PDL LECCHESE

boscagli e altriLECCO – Una vera e propria petizione contro la commissaria del Pdl provinciale, firmata da 111 tra consiglieri provinciali e  comunali e amministratori di vario livello del Lecchese. In calce al documento (che pubblichiamo di seguito) le firme del presidente della Provincia Nava, dell’ex sindaco e assessore regionale Giulio Boscagli, il consigliere regionale Piazza e l’ex vicecoordinatore provinciale del partito Pasquini.

Il documento, inviato al segretario nazionale Angelino Alfano, al coordinatore regionale Mario Mantovani e alla responsabile organizzazione del Pdl Daniela Santanchè, chiede un nuovo congresso provinciale, da convocare al più presto.

Ecco la petizione che giunge all’indomani della nostra anticipazione sul ritorno in politica di Bruno Colombo, proprio al fianco di Michela Vittoria Brambilla – nel tentativo di “calmare” le acque davvero bollenti nel Popolo della Libertà di Lecco.

Premesso che:

. Ci riconosciamo pienamente nel congresso del 2012 e nell’esito democratico che ha eletto il Coordinatore, il Vice Vicario e il Direttivo;

. Ci riconosciamo nel percorso di crescita, strutturazione e radicamento che il PdL ha intrapreso dal Congresso in poi, lavorando con militanti e Amministratori sul territorio. Testimoniamo questo indicando come siano firmatari di questo il 90% dei nostri Amministratori, la totalità del Gruppo Consiliare di Lecco, 7 Consiglieri Provinciali su 8, tutti gli Assessori Provinciali, e via elencando…

. Riteniamo palesemente illegittime le dimissioni richieste al Coordinatore Mauro Piazza al fine di ottenere la candidatura alle elezioni regionali, candidatura richiesta da tutti gli organismi locali del Partito, dimissioni fuori dalle modalità previste da Statuto e Regolamento e caso unico rispetto a situazioni analoghe in Lombardia;

. Ci riconosciamo nel ricorso presentato ai probiviri per “la ricostituzione della legalità” in essere prima delle dimissioni non dovute del Coordinatore Provinciale;

. Siamo tra gli artefici del risultato elettorale del Consigliere Piazza, che ha dimostrato nelle piazze prima e nelle urne dopo la capacità di mobilitazione del PdL Lecchese quando sollecitato da proposte condivise e che hanno una storia comune e credibile per chi lavora sul territorio;

. Riteniamo la nomina del Commissario Brambilla non solo illegittima per le motivazioni di cui sopra, ma anche inopportuna e avvertita come provocatoria ed estranea alla nostra storia, essendo stata la stessa elemento di destabilizazione con l’istituzione dei Circoli della Libertà (Comune di Lecco, Comunita Montana, ..), contraria alla celebrazione del Congresso, promotrice dell’Associazione “Forza Lecco” (che non riconoscendosi nelle procedure democratiche del Congresso ha provocato grave danno politico e di immagine al PdL Lecchese), assente dalla partecipazione attiva sul territorio. Nonostante con la stessa si siano provate forme conciliatorie che fossero rispettose di storie e pesi.

Chiediamo:

. Il ripristino della situazione precedente alle dimissioni di Mauro Piazza, al fine di rimettere in funzione gli organismi eletti del PdL e chiudere una pagina di polemiche e divisioni che ci danneggiano;

. In subordine, di indire entro 60 giorni, ai sensi dello Statuto che lo prevede in casi di gravità, un nuovo Congresso Provinciale che possa nuovamente indicare nelle modalità democratiche un dirigenza per il PdL Lecchese

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati