SCOMPARSO A 94 ANNI
IL PITTORE DELLE MONTAGNE
GIANSISTO GASPARINI

LECCO – Un altro artista se ne va. Nato a Casteggio, in provincia di Pavia nel 1924, dopo aver trascorso la sua vita professionale a Milano, dal 2005 Giansisto Gasparini viveva a Lecco, città alle cui montagne si è ispirato in molte delle opere realizzate negli ultimi anni della sua vasta produzione artistica.

Nell’immagine accanto (tratta da Facebook) è ritratto proprio mentre crea una montagna. Ma non era solo un pittore: si occupava anche di incisioni e di mosaici per i quali era noto in tutta Italia. 

Insignito della civica benemerenza nel 2012 e protagonista di innumerevoli mostre personali e collettive in città e provincia, Giansisto Gasparini ha omaggiato il Comune di Lecco con numerosissime opere d’arte. Fra queste troviamo l’intero corpus delle sue stampe, incisioni e litografie, oggi conservate, catalogate e inventariate nel sistema museale urbano lecchese, un meraviglioso olio su tela esposto al Palazzo delle Paure e una composizione di tele a olio sul ciclo della vita e delle stagioni ispirata ai Piani Resinelli.

Ai funerali di Giansisto Gasparini, in programma mercoledì 24 aprile alle 14:30 nella Basilica di San Nicolò a Lecco, parteciperà anche il sindaco Virginio Brivio.

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Nera, News Tags: , , , , , , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati