SCUOLA, 1900 BORRACCE
PER I PICCOLI LECCHESI.
BASTA PLASTICA IN MENSA

LECCO – Niente più bottigliette di plastica in mensa: una scelta di sostenibilità ambientale. Nelle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado della città di Lecco sono in consegna a tutti gli studenti e gli insegnanti che usufruiscono del servizio mensa 1.900 borracce fornite da Dussmann Service, la società che si occupa della ristorazione scolastica.

Le borracce andranno a sostituire le bottigliette di plastica che attualmente, causa Covid, vengono fornite a ciascun alunno durante ogni pasto: salvo una scorta per chi dovesse dimenticare la propria borraccia a casa, la scelta di eliminare le bottigliette di plastica nasce dalla volontà di offrire un servizio sempre più sostenibile, oltre a costituire un importante risparmio economico per il Comune di Lecco.

Alla presenza del sindaco di Lecco, degli assessori all’Educazione e alla famiglia e della rappresentante della Dussmann, Ilaria Messina, le prime borracce sono state consegnate alla classe del piccolo Giosué, studente della terza B di Acquate, che lo scorso febbraio aveva proposto l’idea delle borracce attraverso una lettera – firmata da tutti i compagni di classe e dalle maestre – con la quale aveva chiesto al sindaco di togliere le bottiglie di plastica dalla mensa.

“Nella risposta a Giosuè e ai suoi compagni, avevo preso l’impegno per cercare una soluzione più sostenibile a quella delle bottigliette di plastica. Oggi quell’impegno viene mantenuto: questa scelta non significa solo minor quantità di rifiuti prodotta ma innanzitutto costituisce un messaggio educativo molto importante per tutti i piccoli cittadini di Lecco – spiega il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni -. Desidero ringraziare la Dussmann per la sua disponibilità e generosità”.

“Risparmio ambientale vuol dire anche risparmio economico: per questo abbiamo proposto alle insegnanti della classe di Giosué un laboratorio di educazione civica su come impiegherebbero i bambini queste risorse economiche risparmiate – aggiunge Emanuele Torri, assessore all’Educazione del Comune di Lecco -. Innescando un dibattito interno tra le proposte migliori, potranno poi presentarne una al Comune: un bel modo di fare cittadinanza attiva”.

“Ringraziamo il Sindaco e tutta l’Amministrazione, con la quale c’è un rapporto di felice collaborazione per averci dato l’opportunità di aderire a questa bella iniziativa – gli fa eco Giovanni Colombo, direttore della filiale Sviluppo strategico di Dussmann -. La nostra azienda è da sempre attenta al tema dell’impatto ambientale, rendendo sostenibili i propri processi produttivi e i servizi che offre. Ma è ancora più bello quando lo stimolo a fare di più e meglio arriva dalle nuove generazioni, dandoci la prospettiva di un futuro migliore”.

Le borracce saranno fornite agli alunni e agli insegnanti di 5 materne, 11 primarie e 2 secondarie di primo grado, per un totale di 18 scuole: calcolando che il peso di una bottiglietta è circa 40g (tappo compreso), si vanno a risparmiare circa 1.600 kg di plastica al mese.

GIÀ SULLO STESSO TEMA

ECOLOGIA, 30MILA BORRACCE PER SENSIBILIZZARE I GIOVANI. PROGETTO ACSM-AGAM CON LRH

LECCO, QUATTROMILA BORRACCE PER I GIOVANI STUDENTI

 

 

 

Pubblicato in: Giovani, politica, Ambiente, Scuola, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .