SEI DONATORE DI ORGANI?
DA GENNAIO SARÀ SCRITTO
SULLA CARTA D’IDENTITÀ

LECCO – Dal primo gennaio del 2016 i cittadini lecchesiAnna Mazzoleni assessore 2 che sono o decideranno di essere donatori di organi potranno far trascrivere sulla propria carta di identità – al momento del rinnovo – la loro scelta. L’iter necessario perché questa possibilità, prevista da una legge del 2013 a cui il comune di Lecco aveva subito aderito, sia diventata davvero effettiva è stato tutt’altro che breve.

Come spiega Anna Mazzoleni – assessore a bilancio, ricerca fondi e sviluppo del parternariato pubblico-privato, servizi istituzionali e generali – durante il consiglio comunale lecchese del 30 novembre in risposta all’interpellanza in merito dei consiglieri Anghileri (Sinistra Cambia Lecco) e Riva (Movimento Cinque Stelle), quando “il consiglio comunale ha aderito alla legge del 2013, deliberando l’adesione al progetto ‘donazione organi’, aveva specificato che ancora non era possibile trascrivere l’assenso sulla carta, in quanto non erano ancora state emanate delle disposizioni precise su dove stampare la frase”.

Soprattutto era necessario effettuare un passaggio con il Centro Nazionale Trapianti, affinché la comunicazione dei nominativi dei donatori di organi fosse tempestiva: “il comune si è portato avanti chiedendo le relative autorizzazioni al CNT per ottenere il certificato di garanzia e la chiave d’accesso al SIT (sistema informativo trapianti). Abbiamo interpellato la software house perché adeguasse i programma di cui disponiamo, così che la comunicazione al SIT potesse partire immediatamente al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità. Il costo per l’attivazione di questo sistema che ha dovuto sostenere il comune di Lecco è di 915 € a cui va aggiunto un canone mensile di 54,90 €”.

carta identità donatore organiNon è finita: perché il sistema potesse entrare in vigore si è dovuta aspettare la circolare operativa del ministero, emanata lo scorso luglio, nella quale sono state esplicitate le modalità operative ed è stato previsto l’obbligo per i dipendenti comunali di frequentare un corso di formazione tenuto dall’ASL, che per il comune di Lecco si è svolto il 19 ottobre.

“Dal primo gennaio di quest’anno – conclude l’assessore – i cittadini convocati per il rinnovo della carta d’identità saranno avvisati di questa possibilità a casa loro, potranno liberamente scegliere se aderire o meno e nell’eventualità che la loro scelta sia favorevole alla donazione potranno subito ottenerne menzione sulla carta di identità. La trasmissione a SIT, molto importante in quanto renderà visibile la loro disponibilità sull’intero territorio nazionale, avverrà immediatamente”.

 

 

 

Manuela Valsecchi

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .