SLAVINA SUL RESEGONE/ANCORA
AL LAVORO IL SOCCORSO ALPINO

LECCO – Super lavoro questa mattina per il Soccorso Alpino lecchese, con la seconda chiamata a causa di una valanga nel giro di poche ore, nel canalone Bobbio. Dopo l’episodio conclusosi felicemente in val Biandino (vedi articolo), verso le undici e mezza, stavolta sul Resegone nella zona del Rifugio Sel Azzoni, una nuova valanga e piuttosto grande è calata giù.

Attualmente – spiegano dal Soccorso alpino – il pericolo valanghe è salito a 4, a causa della neve caduta stanotte (circa 70 centimetri sul  Resegnone e un metro sul Grignone) che non ha potuto consolidarsi a causa dell’alta temperatura della giornata dalle caratteristiche primaverili.

Sotto la valanga del Resegone, dopo la ricognizione con i cani e l’Arva attuata dai volontari del Cnsas, con buona probabilità nessuno è rimasto sotto, per fortuna. La certezza assoluta purtroppo in questi casi non è possibile, ma secondo i testimoni oculari dell’evento le persone in zona erano tutte ancora visibili dopo lo scarico nevoso.

 

Pubblicato in: Montagna, Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati