SOMME URGENZE IN COMUNE:
ARRIVA L’INTERROGAZIONE
DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE

Massimo Riva Movimento 5 stelleLECCO – Come aveva annunciato circa un mese fa, il consigliere pentastellato Massimo Riva, in occasione del consiglio comunale che si terrà lunedì 26 settembre, presenterà all’assessore Corrado Valsecchi un’interrogazione per fare chiarezza sulla questione delle “somme urgenze”. Si tratta di interventi programmati in alcuni edifici pubblici della città con una procedura di urgenza che consente di evitare il normale iter di affidamento dei lavori previsto in questi casi e di rivolgersi direttamente ad una ditta.

“PREMESSO CHE:

nel mese di agosto sono stati programmati in alcuni locali di proprietà comunale (uffici e musei) lavori ‘in somma urgenza’ che comportano il superamento delle norme ordinarie sulla scelta dell’appaltatore, previste dal Codice degli appalti, ricorrendo direttamente ad uno specifico operatore economico;

PREMESSO ALTRESÌ CHE:

in base a quanto previsto in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori dal D.Lgs 81/08, che prevede in capo al datore di lavoro la predisposizione del documento di valutazione dei rischi negli ambienti di lavoro, contenente obbligatoriamente, oltre ad ‘una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa’, anche l’indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate nonchè dei dispositivi di protezione individuale (dpi) da fornire se necessari. Inoltre deve essere presente un programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza e devono essere individuate le procedure per l’attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell’organizzazione che vi debbono provvedere ed i tempi entro cui ottemperare, incarichi che devono essere assegnati unicamente a soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;

SI INTERROGA L’ASSESSORE COMPETENTE

Quale è stata la motivazione che ha fatto dichiarare di somma urgenza i lavori eseguiti, in conformità con quanto disposto con gli artt..163 DPR 50/2016 (prima del nuovo Codice Vedi art.147 DPR 554/1999 – art.176 dpr 297/2010 ) e 191 E 194 TUEL.? In particolare si chiede di sapere i mortivi che hanno fatto definire i lavori causati da evento eccezionale o imprevedibile.

Gli interventi di somma urgenza sono quelli con rischio e priorità più alta, riportati nel programma delle misure del documento di valutazione dei rischi previsto dal D.Lgs 81/08 o sono presenti interventi che hanno un livello di rischio e priorità più alta?

Nella definizione dei lavori di somma urgenza come misure di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, per stabilire le priorità si è tenuto conto del livello di rischio a cui sono esposti i lavoratori ed eventuali visitatori che entrano nelle aree in cui ci sono carenze di sicurezza?

Chi ha definito e come è stata definita la priorità di intervento?

La priorità è stata decisa coinvolgendo il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, e il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza nonché il medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio?

Si sono valutate e adottate tutte le misure necessarie, per evitare interferenze all’interno dei luoghi di lavoro tra le attività delle ditte esterne e quelle del personale presente?

Gli interventi in somma urgenza sono stati disposti a seguito di un evento imprevedibile o per rimuovere situazioni di pericolo causate da situazioni di degrado e di incuria molto risalenti nel tempo e abbondantemente note all’amministrazione che più opportunamente avrebbe dovuto ricorrere a interventi programmati di recupero edilizio o di messa a norma degli impianti?

Nel caso degli interventi relativi agli impianti elettrici insieme alle lavorazioni strettamente necessarie per rimuovere le condizioni di pericolo si rileva anche la presenza di lavorazioni di varia natura, sicuramente necessarie al mantenimento degli standard qualitativi degli immobili, ma comunque tali da poter essere programmate per tempo e affidate con gara e pertanto estranee alla logica dell’intervento in somma urgenza?

Si chiede infine di sapere se codesta Amministrazione ha assicurato i propri immobili contro gli incendi, lo scoppio, i ‘fenomeni elettrici’ ed i guasti al sistema idrico e se è stata fatta denuncia all’assicurazione al fine di ottenere il risarcimento del danno subito”.

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati