SOPRACCIGLIA TATUATE: ECCO
TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

Se le tue sopracciglia non sono voluminose e della giusta sinuosità come desidereresti, sappi che c’è un buon rimedio a tutto (e anche a questo): il tatuaggio delle sopracciglia, o microblading. Ma come funziona?

Innanzitutto, rammentiamo come il microblading è una tecnica di tatuaggio semi permanente che crea l’effetto di peli naturali per riempire le sopracciglia sparse o in diradamento. La procedura ha come obiettivo quello di assicurare sopracciglia più piene e con una migliore forza, con un investimento privo di rischi e piuttosto duraturo. Chiarito ciò, di seguito abbiamo voluto riassumere alcune cose che ti consigliamo di leggere per avere le idee più chiare!

L’effetto è duraturo ma non permanente

Le sopracciglia tatuate, ovvero il microblading, sono semipermanenti. Il tatuaggio cosmetico, a differenza del tatuaggio tipico della body art, è infatti molto più superficiale e, dunque, ha un effetto meno durevole nel tempo. Tieni anche conto che gli inchiostri che sono utilizzati sono molto più degradabili e che dunque il proprio sistema immunitario sarà in grado di eliminare l’inchiostro con maggiore facilità. La durata dell’effetto sarà comunque ben soddisfacente: da uno a tre anni, a seconda della pelle e dello stile di vita. Potrebbero dunque essere richiesti dei ritocchi annuali o biennali.

Il risultato finale si ottiene spesso dopo almeno due sessioni

Di norma si ha bisogno di circa due sessioni – una prima sessione di base e una seconda di richiamo o ritocco – per ottenere un buon risultato, con la seconda a distanza di circa un mese dalla prima. Questo perché, a seconda del tipo di pelle, la cute può spingere “fuori” un po’ d’inchiostro e in alcuni punti i peli disegnati potrebbero non apparire così saturi come si desidera. Insomma, se ci sono piccole imperfezioni dopo la prima seduta, possono essere colmate con la seconda.

Alcuni tipi di pelle trattengono l’inchiostro meglio di altri

Le pelli molto grasse sono quelle più difficili con cui lavorare, perché potrebbero “rifiutare” una parte del pigmento e “dilatarlo”, rovinando così il risultato finale. In ogni caso, dei test sulla pelle potrebbero migliorare la pianificazione dell’effetto desiderato, riducendo così il rischio di cattive sorprese.

Il microblading può richiedere diverso tempo

Il microblading è una procedura di routine ma questo non significa che sia rapidissima. È bene che il cliente si ritagli 1-2 ore di tempo per l’intervento e, soprattutto, dedichi il giusto tempo nella preparazione, per poter condividere con il professionista la forma e le altre caratteristiche delle sopracciglia. Altra parte del tempo dovrà essere dedicata nel comprendere cosa avviene nel post-trattamento e quali creme o lozioni usare.

Le sopracciglia saranno simili ma non identiche

Le sopracciglia sono “sorelle” ma non sono “gemelle”. In altri termini, è molto importante per le persone capire quali saranno i risultati finali per nutrire aspettative realistiche. Per esempio, il professionista “rivelerà” che nessuno ha gli occhi equidistanti dal ponte del naso, e che quindi i punti di partenza delle sopracciglia sono un po’ diversi. E le cavità oculari a volte sono un po’ più piatte o arrotondate.

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .