SS36, BOSISIO/VA A FEBBRAIO
LA RIAPERTURA DEL CAVALCAVIA

BOSISIO PARINI – Slitta a febbraio la riapertura del cavalcavia di Bosisio Parini sulla Statale 36. La consegna dei lavori (iniziati il 24 agosto scorso) doveva effettuarsi a dicembre ma la ditta vincitrice dell’appalto ha chiesto la proroga.

Lo slittamento è dovuto ad alcuni interventi aggiuntivi in corso d’opera. In particolare la rideterminazione delle barriere da installare sul cavalcavia, in aggiunta agli altri lavori che hanno riguardato la parte sospesa e le spalle di appoggio del ponte. Le due rampe di accesso da Bosisio e Molteno sono comunque rimaste aperte, garantendo una minima viabilità.

L’amministrazione comunale di Bosisio non è di certo felice visto che si era raccomandata con l’impresa fin dal momento della consegna dell’appalto perché garantisse il rispetto dei tempi. Da qui la richiesta di poter tornare a transitare sul ponte, almeno a senso unico alternato, non appena il cantiere sarà a buon punto. E comunque prima della fine di febbraio. A farne le spese sono soprattutto le aziende del paese visto che il cavalcavia è a servizio della zona industriale.

L’intervento del cavalcavia di Bosisio Parini sulla Statale 36 rientra nel lotto degli oltre 76 di messa in sicurezza e consolidamento di altrettante infrastrutture in tutta Italia, in particolare ponti e viadotti, ritenuti a rischio dopo una serie di controlli statici imposti dal governo. L’intero piano di messa in sicurezza costa 380 milioni di euro. Intanto fino a mercoledì 7 dicembre la Statale 36 è chiusa sulla carreggiata in direzione Milano dalle 21 alle 6 per consentire i lavori di consolidamento del cavalcavia. Il traffico è deviato lungo le rampe dello svincolo di Bosisio con uscita obbligatoria al chilometro 39,7 e rientro in statale al chilometro 39,3.

 

Pubblicato in: Economia, Hinterland, News, Viabilità Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati