STUDENTI DI LECCO A BRUXELLES:
L’ISGMD RAPPRESENTA L’ITALIA
AL DIBATTITO SULLE MIGRAZIONI

your europe tour sayLECCO – Emilio Fatovic, consigliere del CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo), ha fatto visita, a suo avviso un omaggio, all‘Istituto Scuola Grafica Moda Design Lecco, i cui studenti rappresenteranno l’Italia a Bruxelles in occasione del dibattito “Your Europe, Your Say” che si terrà dal 17 al 19 marzo.

Protagonista di quest’anno un tema di notevole attualità: la migrazione. Fatovic spiega come, reduce da un passato da apolide, si senta esso stesso vicino alla tematica e desideroso di carpire le sfumature che verranno evidenziate “dalle 400 scuole interrogate, provenienti da 28 paesi europei e dalle 5 scuole appartenenti a Albania, Montenegro, Serbia, Turchia e Kosovo, paesi extracomunitari”.

L’ISGMD lecchese, in rappresentanza del nostro paese, avrà l’onere e l’onore di tracciare una proposta sul senso del confine e a come distruggerlo e spezzarlo. I tre ragazzi selezionati sono Riccardo Rusconi, Matilde Teani e Gianmarco Capitani.

fatovic all isgmdL’ISGMD dovrà mettersi nei panni del CESE, svolgendo un ruolo di consultazione dei bisogni economico-sociali, ma nell’ottica innocente che contraddistingue l’età adolescenziale, trascendente da corruzioni e devota alla causa. Nello specifico tre saranno i momenti di approfondimento: azioni proposte per integrare gli immigrati, misure concrete e attuazione di proposte altrettanto concrete”

Fatovic ha sottolineato come sia “essenziale trarre dalla diversità, l’unità nell’identità condivisa. La preoccupazione attuale del CESE è nella crescente esplosione di intolleranze e xenofobia, tuttavia la nostra posizione è data dal desiderio di creare un Codice dell’Immigrazione, per una nuova politica in materia di migranti, basata soprattutto sulla condivisione” continua il consigliere CESE. “La gestione delle problematiche è maggiormente affrontabile dove c’è codificazione di norme e condivisione, come nel caso di paesi quali Svezia e Germania”. Questo è l’invito ai giovani partecipanti del progetto: abbiate fame di curiosità.

fatovicE la curiosità di cui parla Emilio Fatovic è la stessa che porta a conoscere e distinguere parole troppo spesso mal utilizzate. Non sono infatti sinonimi i termini ‘migrante’, ‘clandestino’, ‘rifugiato’ e ‘profugo’.

Il migrante è colui che decide di spostarsi liberamente per ragioni di “convenienza personale” e senza l’intervento di un fattore esterno; il clandestino è un migrante irregolare, il quale persiste sul territorio seppur abbia ricevuto ordine di espulsione; il rifugiato ha uno status politico ben preciso: è colui che ha lasciato il proprio paese, per ragionevole timore di essere perseguitato; diversamente il profugo è colui che ha lasciato il proprio paese ma non è nelle condizioni di chiedere la protezione internazionale.

Martina Panzeri

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Dal mondo, Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati