STUDENTI ECCELLENTI D’ITALIA
AL BADONI PER LE GARE NAZIONALI
DI INFORMATICA E ELETTROTECNICA

btyLECCO – Giovanissimi informatici ed elettrotecnici italiani si apprestano ad arrivare in città: l’IIS Badoni sarà infatti l’istituto ospitante delle Gare nazionali di informatica ed elettrotecnica, dopo la vittoria dell’anno precedente. Il 9 maggio giungerà una delegazione proveniente da tutta Italia, composta da più di cento persone tra insegnanti e studenti, e durante i due giorni successivi si svolgeranno le prove nelle aule del Politecnico di Lecco, che ha aderito senza difficoltà alla partnership. Si tratta di una competizione tra studenti eccellenti del quarto anno, che sfideranno i loro connazionali in due prove appositamente preparate da un gruppo di docenti del Badoni, che si sono impegnati a dar vita ai testi seguendo le linee guida ministeriali e quelle dei programmi del terzo e quarto anno delle scuole partecipanti. Trentacinque sono gli aspiranti informatici in gara, mentre ventiquattro i giovani esperti di elettrotecnica.

bty“La competizione di elettrotecnica valuterà la preparazione degli studenti nella progettazione di un sistema elettrico di complessità crescente” spiega la docente Cristina Azzoni, mentre la gara di informatica, aggiunge la collega Virginia Bacchini “è divisa in una parte teorica e in una pratica, dove saranno premiate la capacità di analisi, la creatività e la velocità di ragionamento”. Inoltre, il dirigente scolastico Angelo De Battista dà qualche anticipazione sul testo della prova di informatica, che mira anche a valorizzare il patrimonio lecchese: “Gli studenti saranno chiamati a un lavoro creativo, che verterà sull’alternanza scuola lavoro e sui Promessi Sposi”. Tutte le scuole sede di gara, infatti, aggiungono del carattere alle prove, che parlano sempre del territorio locale. In quanto scuola ospitante l’Istituto Badoni non parteciperà alle gare, ma ha messo in gioco l’impegno dei docenti nella stesura della prove e nella correzione dei compiti e la bravura dei suoi studenti, che, vincendo le gare del 2017, hanno incoronato la scuola lecchese come sede della competizione di quest’anno.

bdr

La gara non prevede solo sfide di competenze, ma un progetto di crescita reciproca. “L’evento permette di conoscere altri studenti, di visitare i laboratori di altre scuole e di migliorare insieme”, commenta Demetrio Adriano, vincitore della precedente competizione in elettrotecnica, e dalla sfida sono nate anche amicizie per Andrea Ruggero, premiato l’anno scorso a Brescia in informatica.

L’accoglienza sarà calorosa: “Accompagneremo gli studenti e i docenti in visite ai luoghi manzoniani nel pomeriggio di giovedì 10 maggio – precisa il dirigente scolastico – e mentre i ragazzi saranno impegnati nella gara al mattino, per i docenti è in programma una visita a Bellagio e a Villa Monastero”. Ci sarà spazio anche per il futuro della tecnologia nel convegno Scuola, aziende e innovazione tecnologica: sviluppi e implicazioni etiche, al quale prenderanno parte gli studenti, i docenti, un professore del Politecnico e alcuni rappresentanti delle aziende lecchesi. “Con l’avanzare dello sviluppo tecnologico – spiega De Battista – emergono problematiche etiche sulla tutela dei dati e delle persone e la scuola si sente interrogata a riguardo”.

bty

L.L.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .