SUPERBONUS. LEGA E M5S,
IN DUE SUL CARRO DEI VINCITORI:
“TUTTO MERITO NOSTRO”

LECCO – Tutti insieme appassionatamente sul carro dei vincitori. Lega e Movimento 5Stelle, una volta alleati di governo e ora acerrimi rivali in vista delle elezioni politiche del 25 settembre, oggi esultano insieme rivendicando il merito del via libera al Superbonus 110% all’interno del Decreto Legge Aiuti Bis.

Il primo a gioire è il senatore leghista Paolo Arrigoni, responsabile dipartimento Energia per il partito: “Il grande lavoro della Lega sul Superbonus ha dato i suoi frutti: la mediazione del sottosegretario Freni sullo sblocco dei crediti d’imposta consentirà di salvare le imprese che hanno crediti bloccati nel cassetto fiscale e con difficoltà a cederli – le parole di Arrigoni -. Garantendo la certezza a chi compra i crediti, si sblocca così il meccanismo della responsabilità solidale e si trova una soluzione che le realtà produttive del settore attendevano da tempo. Una soluzione trovata grazie alla Lega, che da tempo è impegnata su questo tema con l’obiettivo di dare ossigeno ai lavoratori e imprese oneste senza far pagare a loro il prezzo delle frodi. Siamo passati ancora una volta dalle parole ai fatti, con pragmatismo e buonsenso”.

Arriva subito anche la reazione di Raffaele Erba, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle: “Una notizia importante per molte imprese edili lombarde e comasche che possono finalmente tornare ad avere ossigeno – ha detto Erba -. Ricordiamo che la Lombardia è la regione con il maggior numero di cantieri legati al Superbonus 110%, circa 23mila a maggio 2022 per un valore di 4,6 miliardi di euro. Il rammarico è per gli altri partiti che in questi giorni volevano bloccare la nostra azione e i nostri emendamenti etichettandoci come degli irresponsabili, in primis la Ministra Bonetti durante la recente visita a Como. Oggi abbiamo ottenuto un risultato fondamentale che di fatto sblocca in modo sostanziale il mercato dei crediti. Assistiamo purtroppo a continui attacchi per indebolire il Superbonus, non ultima la bocciatura del Consiglio Regionale lombardo della mozione a mia prima firma che chiedeva una chiara posizione in favore di tale strumento. Sentiamo troppo spesso gli altri leader politici lamentarsi di scarsa attenzione verso le piccole e medie imprese, poi però alla prova dei fatti sono loro stessi i primi a voltargli le spalle”.

Di chi è quindi il merito? Quando si tratta di elargire denaro o aiuti ai cittadini italiani, la corsa a rivendicarne il risultato farebbe impallidire l’olimpionico Marcel Jacobs.

Ora, due dei partiti che hanno contribuito alla caduta del Governo Draghi, esultano e si appendono una medaglia d’oro al collo dopo un provvedimento del Governo… Draghi.

Buone elezioni a tutti.

F. S.

 

Pubblicato in: Città, Economia, Elezioni, Hinterland, News, politica, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati