TEATRO SOCIALE/VALSECCHI
“CIRESA È STUCCHEVOLE,
NON SA DI CHE COSA PARLA”

LECCO – Con riferimento ai lavori di restauro e risanamento del Teatro della Società corre l’obbligo di alcune precisazioni inerenti gli interventi previsti considerate le polemiche pretestuose di politici, evidentemente assillati dalle loro performance elettorali, che non hanno la benché minima idea di che cosa stanno parlando.È

1. In primo luogo il progetto complessivo suddiviso come noto per lotti e per i quali, oltre al reperimento di risorse finanziarie a carico del bilancio, sono state acquisite le necessarie autorizzazioni da parte degli enti interessati e autorizzato dalla sovrintendenza competente contempla, tra l’altro, gli interventi di recupero della volta affrescata dal Sora .

2. In secondo luogo il progetto complessivo prevede “…la sostituzione della Unità di Trattamento Aria. Sostituzione, quest’ultima, che permette un confortevole e necessario ricambio d’aria con recuperatore di calore ed il raffrescamento gratuito dell’ambiente con funzionamento a tutt’aria esterna…” (dalla relazione di progetto)

3. In terzo luogo, oltre ai predetti interventi, che a detta di taluni rappresentano l’unico e solo “core business” delle complesse attività di recupero, segnalo ai più, a titolo puramente informativo, che sono previsti anche ulteriori lavori propedeutici ad ampliare l’offerta di servizi che, nel terzo millennio, si ritengono indispensabili per la proposta culturale/teatrale. Ad esempio verranno riqualificati ed adeguati gli spazi annessi ed a servizio al teatro (w.c, camerini, ecc), verrà musealizzato e restaurato il sipario storico, verrà realizzato lo spazio per una caffetteria (il cui completamento sarà a carico del futuro gestore) con annesso dehor esterno in ferro.

Francamente è stucchevole questa continua polemica sul Teatro Società da parte di persone che sapevano perfettamente che la struttura era senza certificazioni di agibilità e antincendio da tantissimo tempo. Se si vuole fare il Sindaco occorre proteggere i cittadini non metterli a rischio per altro in edifici di proprietà pubblica. Oltre alla mancanza di certificazioni di agibilità del sito per cui nessun privato potrebbe abitare nella propria casa, la diagnostica che abbiamo promosso ha evidenziato in maniera netta che esisteva una polverizzazione dell’amianto presente nella volta e potenzialmente poteva essere inalato per mancanza di aerodispersione dai fruitori del Teatro con le conseguenze che tutti possono immaginare.

Quindi consiglio a coloro che intendono cimentarsi in analisi tecniche spregiudicate maggiore cautela e sopratutto rispetto per il lavoro di tanti tecnici, professionisti, autorità e amministratori che per ben tre anni hanno lavorato alacremente per trovare tutte le soluzioni, ottemperando alle prescrizioni, che consentissero di partire con i lavori per restituire un Teatro della Società dove chi entra non deve temere di ammalarsi di Mesotelioma o mettere a repentaglio la propria salute.

Cordialità

Corrado Valsecchi
Candidato sindaco
Appello per Lecco
Assessore ai lavori
Pubblici cittá di Lecco

 

LEGGI ANCHE

TEATRO DELLA SOCIETÀ, CIRESA: “DOPPIA PRESA IN GIRO, TRE ANNI NON SON BASTATI”

 

 

Pubblicato in: Elezioni, politica, Teatro, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati