SWITCH OFF TV, I DETTAGLI.
E SE HAI ANCORA PROBLEMI
SCRIVICI: RISPONDE L’ESPERTO

Da martedì 8 marzo il 90% dei canali sarà visibile solo da chi ha TV/decoder compatibili MPEG4. Prima che ci sia il cambio è necessario verificare di avere TV/decoder compatibili, altrimenti si vedranno solo Rai1, Rai2, Rai3, Rete4, Canale5, Italia1, La7, TV8 e Nove. Fino a lunedì 7 marzo si può fare il test andando sul numero 501, 505 o 64: se vedete uno di questi canali siete pronti, se non li vedete dovete adeguare il vostro TV.

Per chi non ha TV/decoder compatibili, i nove canali citati saranno visibili sui vecchi TV/decoder dal numero 501 al numero 509 e saranno in qualità standard e non HD.

Da martedì 8 marzo, dal numero 1 al 9 verranno posizionati tutti i canali HD – quindi Rai1HD, Rai2HD, Rai3HD, Rete4HD, Canale5HD, Italia1HD, La7HD, TV8HD e NoveHD. In più tutti i canali Discovery passeranno in HD senza cambiare numerazione, i canali Mediaset passeranno tutti in “alta qualità” tranne Rete4, Canale5, Italia1 e 20 Mediaset che saranno in HD. Sempre da martedì il canale RaiSport+HD passerà dal numero 57 al 58 del telecomando e il canale RaiSport passerà dal 58 al 146. Infine RaiScuola, che ora è sul 146, passerà sul numero 57.

Serve fare una nuova risintonizzazione? È consigliabile.
Alcuni TV/decoder potrebbero fare tutto in automatico ma è probabile che per poter ricevere i canali Rai1HD, Rai2HD e Rai3HD vada fatta per forza una risintonizzazione.
Da ricordarsi che durante la risintonizzazione il TV/decoder chiederà che canale posizionare sul numero 3 del telecomando: mostrerà un conflitto tra Rai3 Lombardia, Rai3 Piemonte e Rai3 Emilia Romagna. Va scelto quello che preferite avere “a portata di mano”.
Non c’è da preoccuparsi se i canali Rai1HD, Rai2HD e Rai3HD e Rai3 Regionali temporaneamente non saranno al massimo della qualità, in seguito miglioreranno.

Questi dovrebbero essere gli ultimi cambiamenti “fastidiosi” per quest’anno. I prossimi saranno a gennaio 2023, salvo ulteriori proroghe, dove tutte le emittenti passeranno in DVB-T2. Per verificare se la TV è compatibile con le trasmissioni del 2023 c’è il canale 200: anche in questo caso se lo si visualizza vuol dire che il TV è pronto per il DVB-T2 HEVC. I TV/decoder (di qualità) venduti dopo il 2017 sono compatibili con questo standard.

Nei prossimi mesi ci saranno piccole variazioni ma i TV/decoder dovrebbero riceverle senza la necessità di fare risintonizzazioni, sempre che TV/decoder siano di qualità.

> Per i quesiti redazione@lecconews.news oppure scrivici su Facebook

Questa pagina è curata e offerta da
ganassa banner

 

 

Pubblicato in: Città, Economia, Hinterland, News, tecnologia Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .