TIROCINANTI IN AULA:
LAVORANO GOMITO A GOMITO
CON I GIUDICI DI LECCO

tribunale lecco 8LECCO – Da qualche giorno ci si chiedeva chi fosse quella giovane che sedeva accanto al giudice Enrico Manzi. Ed ecco svelato l’arcano: si tratta di una tirocinante, neolaureata che lo affianca in questo periodo. Oltre a lei c’è anche un altro collega che sta facendo la pratica presso l’ufficio del giudice per le indagini preliminari.

Anche il Palazzo di Giustizia di Lecco si adegua all”introduzione dei percorsi formativi. In questo modo i tirocinanti potranno vedere con i loro occhi come funziona “la macchina giudiziaria” e lavorando gomito a gomito con i magistrati, potranno alla fine di questo percorso sostenere l’esame di magistratura.

I due giovani hanno risposto all’avviso pubblicato sul sito istituzionale del Tribunale che dava la possibilità di accedere alla convenzione per i praticanti avvocati presso i propri uffici. Questa convenzione prevede che il tirocinio possa essere attuato per un massimo di 18 mesi, per non più di 12 mesi nel medesimo ufficio giudiziario, con l’avvertenza che “deve in ogni caso essere svolto per almeno 6 mesi presso un avvocato iscritto all’Ordine o presso l’Avvocatura dello Stato o presso l’ufficio legale di un ente pubblico o di un ente privato autorizzato dal ministro della giustizia. Il tirocinante, qualora esplichi contemporaneo tirocinio presso uno studio legale per il relativo periodo, deve garantire la sua presenza presso l’ufficio giudiziario per almeno 20 ore settimanali, in giornate e orari da individuarsi con il magistrato affidatario. L’esito positivo dello stage, attestato al termine dei 18 mesi di pratica, è valutato per il periodo di un anno ed è integrato all’esito positivo del tirocinio presso lo studio legale. Il loro compito è quello di assistere e coadiuvare i magistrati affidatari nel compimento delle loro ordinarie attività, anche con compiti di studio, “escludendosi che possano essere destinati al mero disbrigo di attività di cancelleria o di carattere amministrativo”.

 

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati