TRENI/SICUREZZA SULLA LC-SO,
IL CODACONS CHIEDE PIÙ AGENTI

polizia ferroviariaLECCO – Mentre le aggressioni nelle stazioni e sui treni aumentano, gli agenti della Polizia Ferroviaria diminuiscono, sostiene il Codacons. Sono 13 gli agenti di Polfer in servizio a Lecco, che devono occuparsi sia delle stazioni della provincia, sia di quelle di Sondrio, la cui postazione di Polizia Ferroviaria è stata chiusa.

“Sono troppi gli episodi di violenza che si verificano ogni giorno a scapito dei viaggiatori e personale ferroviario- continua il Codacons-. È un problema che non può essere sottovalutato ed è assolutamente necessario intervenire urgentemente”. Recenti infatti sono gli episodi di aggressione, dal controllore morso da una passeggera sorpresa a viaggiare senza biglietto al turista russo colpito a martellate da due altri viaggiatori solo per aver difeso una signora disabile.

Il Codacons chiede che venga aumentato l’organico della Polfer sulla linea che corre da Sondrio a Lecco e che arriva fino a Milano. La sicurezza dei viaggiatori, ed in generale dei cittadini, non può assolutamente essere posta in secondo piano: è indispensabile garantire la sicurezza per i passeggeri e per il personale viaggiante ed intervenire tempestivamente assicurando la copertura sul territorio, al fine di garantire la piena operatività degli agenti su tutta la tratta ferroviaria in questione. I cittadini, soprattutto in questo periodo storico, hanno bisogno di sentirsi sicuri e la presenza delle forze dell’ordine sui treni e nelle stazioni aiuterebbe molto e garantirebbe sicurezza in più per tutti.

 

 

Pubblicato in: Città, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .