TRUFFA DEL FINTO MARESCIALLO:
ANZIANO DERUBATO DI 600 EURO
INDAGANO I CARABINIERI

falsi addetti enel truffaLECCO – Ancora una truffa a Lecco a danno di persone anziane, ad opera di uomini che si sono spacciati per Carabinieri. Stamattina un ultranovantenne è stato contattato al telefono nella propria abitazione da parte di un sedicente maresciallo dei carabinieri, che ha spiegato come il figlio avesse delle responsabilità in un incidente stradale, per evitare le quali avrebbe dovuto pagare la somma di tremila euro, precisando che il pagamento avrebbe potuto essere effettuato anche consegnando dei preziosi.

Di lì a poco si è quindi presentato nelll’abitazione dell’anziano un uomo dell’apparente età di circa 30-35 anni, che si è fatto consegnare dei contanti pari a circa 600 euro, un orologio e alcuni preziosi, allontanandosi poi a piedi e facendo perdere le sue tracce.

Su quest’ultimo episodio, che ricalca quelli avvenuti nelle scorse settimane, indagano i Carabinieri della Compagnia di Lecco, unitamente a quelli del Nucleo Investigativo.

“L’Arma provinciale invita ancora una volta la cittadinanza a diffidare categoricamente da soggetti che avanzino simili proposte, che costituiscono chiaramente un espediente per raggirare i malcapitati ed impossessarsi in maniera truffaldina dei loro soldi ed averi – fa sapere il Comando provinciale tramite una nota -. In caso di dubbio pertanto, ossia nel caso in cui si ricevano simili telefonate o di fronte a persone che, non indossando l’uniforme ovvero, qualora in abiti civili, non mostrando chiaramente il proprio documento di riconoscimento, si presentino quali appartenenti all’Arma, i Carabinieri raccomandano di segnalare tempestivamente la cosa al Numero Unico di Emergenza 112”.

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .