ULTIMO WEEK END DI FESTA
“I MORTI DELLA RATA” A ELLO

ELLO – Chiude questo fine settimana all’insegna della buona cucina e del divertimento la Tradizionale Festa “I Morti della Rata” nel piccolo e grazioso comune collinare di Ello, appena sopra Galbiate e Oggiono.

Giunta al ragguardevole compleanno della 31a edizione, organizzata dalla locale A.S.D. Ellese tutti i weekend di luglio raccoglie e diverte non solo gli abitanti della piccola comunità ma anche turisti e residenti dei paesi del circondario. E’, infatti, una festa ormai popolarissima che ha travalicato i confini del piccolo borgo.

La suggestiva ambientazione nello splendido verde, la tranquillità dell’ambiente e, non da ultimo, un clima che permette di respirare a pochi chilometri dai grossi centri della Provincia invasi dal caldo e dall’afa, invita alla partecipazione.

Musica, balli e un’ottima cucina a base di prodotti tipici ben cucinati (salamelle, costine, polenta, spiedini, pizzoccheri) quindi ci terranno compagnia alla sera per quest’ultimo week end.

L’Origine del nome, decisamente particolare, che caratterizza la festa: “Morti della Rata” pare derivare da diverse leggende, quella che abbiamo raccolto noi settimana scorsa da vecchi abitanti del Paese è quella che il nome è legato al periodo della “Peste nera” a metà del XIV secolo.

La Leggenda e i rimandi popolari vogliono infatti che nella minuta chiesetta che dista un soffio dal luogo oggi adibito a ritrovo e festa, e all’interno dello splendido e rigoglioso bosco venissero seppelliti i morti causati appunto da questa terribile dall’epidemia, che flagellò tutta Europa, scongiurando così ulteriori contagi presso la popolazione del paese.

Oggi l’unico contagio è invece positivo, quello di una Festa che merita di essere visitata come il piccolo Paese, ancora un nido, fresco e rilassante, non invaso e fagocitato dalla frenesia della modernità – non arriva la corriera e lo sportello Bancomat è una lunga conquista che sta solo ora diventando relatà – che tutto metabolizza ma poco condivide.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Hinterland, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .