UNA TARGA PER LA SHOAH.
AI RAGAZZI DI CALOLZIOCORTE
IL COMPITO DI RICORDARE

inaugurazione targaCALOLZIOCORTE – Grande emozione per gli allievi delle classi quinte elementare di Foppenico e per quelli di terza media della A. Manzoni e della C. Cittadini e per i loro docenti. Questa mattina nel parco adiacente alla scuola, infatti, il Consiglio comunale dei ragazzi col suo sindaco Simone Salierno, insieme al sindaco Cesare Valsecchi accompagnato dagli assessori Tavola e De Flumeri hanno scoperto la targa in ricordo della Shoah e delle sue vittime, posta vicino all’ulivo.

sindaco dei ragazzi calolzio simone salierno“È un momento di grande riflessione e di grande valore civico: sono necessari raccoglimento e silenzio, per elaborare nel profondo questa esperienza”, ha esordito il vicesindaco Massimo Tavola, che ha poi lasciato la parola al sindaco dei ragazzi Simone Salierno. “La giornata della memoria è stata istituita dalla Repubblica Italiana nel 2000 per ricordare l’entrata delle truppe dell’armata rossa nel campo di concentramento di Aushhwitz, in Polonia. Tramite poesie, letture e brani musicali vogliamo ricordare le persone che hanno vissuto questa tragedia”, ha affermato il giovane “sindaco”.

Prima di dare il via al momento di riflessione vero e proprio, inoltre, il primo cittadino Cesare Valsecchi ha voluto ricordare l’importanza di questi momenti: “Quello che deve essere chiaro è non dobbiamo ripetere gli errori del passato; la diversità non deve spaventare, ma anzi deve fornire opportunità di crescita e di integrazione”.

panoramica cerimonia CalolzioMusica, letture da Primo Levi, Anna Frank, Joyce Lussu e Etty Hillesum hanno fatto da preludio al toccante momento dello svelamento della targa, posta accanto all’ulivo piantato l’anno scorso. “Questo ulivo è simbolo di un impegno per il futuro: l’ulivo è l’albero emblema della giustizia, secondo gli ebrei, e ce ne sono tantissimi esemplari a Gerusalemme, nel più grande monumento della Shoah del mondo. Che questa pianta, insieme alla targa, ci ricordi che ognuno di noi si deve impegnare quotidianamente a praticare la giustizia”, ha terminato Massimo Tavola.

G.M.

 calolzio targa shoah

 

 

Pubblicato in: Giovani, Calolziocorte, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati