VALMADRERA/CRIPPA SU BILANCIO:
“MENO ONERI D’URBANIZZAZIONE
MA NON AUMENTEREMO LE TASSE”

donatella crippa cesana

VALMADRERA – Un consiglio comunale flash, quello di sabato 4 luglio 2015: all’ordine del giorno la presentazione della relazione del sindaco Donatella Crippa, relativa al bilancio preventivo 2015, che verrà posta agli atti lunedì prossimo, per essere poi approvata al prossimo consiglio del 27 luglio.

Valmadrera è un ‘Comune virtuoso’ che è stato nel passato oculato nelle spese e negli investimenti, ma, nonostante questo, deve confrontarsi con la penuria di fondi  che lo Stato impone” spiega il sindaco, che sottolinea “Un punto particolarmente critico è quello della mancanza di introiti dovuti alla drastica diminuzione degli oneri di urbanizzazione.

Una questione caratterizzata da una contraddizione intrinseca: se, infatti, da un lato si cerca di tutelare il territorio mettendo vincoli a nuove urbanizzazioni, dall’altro lato si obbligano i Comuni a investire in opere pubbliche solo a fronte di entrate derivanti da oneri di urbanizzazioni, diritti di superficie, concessioni cimiteriali.

L’alternativa sarebbe quella di un aumento della tassazione, una strada che l’Amministrazione si rifiuta di percorrere: “Abbiamo deciso di mantenere la pressione fiscale inalterata rispetto all’anno passato proprio perché riteniamo che, in una situazione economica così disagevole, non sia opportuno aumentare le imposte già applicate” precisa infatti il sindaco. Una strategia dunque basata sulla centralità della ‘persona’ e dei suoi bisogni e sulla volontà di offrire comunque a tutti un adeguato supporto per quanto riguarda istruzione, cultura e servizi alla persona in genere.

Alla diminuzione delle entrate contribuiscono anche le ulteriori trattenute statali sul fondo di solidarietà comunale alimentato dal gettito IMU versato allo Stato stesso dai cittadini e dalle attività produttive.
“Vorrei sottolineare che il gettito proveniente dalle attività produttive di Valmadrera è ininfluente per le casse comunali in quanto trattenuto totalmente dallo Stato e che al Comune resta la sola quota delle seconde case e i fabbricati civili, come negozi e uffici” precisa ancora il sindaco. Si è passati così da 732.839 euro a 450.451 euro attribuiti al Comune, a cui si affianca la crescente spending review: la partecipazione del Comune al contenimento della spesa pubblica si è attestata nel 2014 a 94.329 euro, nel 2015 a 141.722.

Giuseppe Castagna Valmadrera FuturaSi prospettano per l’anno un numero molto limitato di opere pubbliche, motivato proprio con la diminuzione di entrate di capitale e con i vincoli ancora troppo rigidi imposti dal patto di stabilità. Tuttavia, anche per il 2015, è stata già prevista l’ultimazione di lavori già avviati nel 2014 (piattaforma rifiuti e bypass S.Antonio), mentre mediante l’applicazione dell’ avanzo 2014 sono previsti lavori di sistemazione delle controsoffittature delle scuole e lavori di completamento di piazza Fontana.

Il consiglio comunale è stata anche l’occasione per segnalare un cambio interno al Comitato tecnico Silea: il membro di minoranza Carlo Zanotta verrà sostituito da Giuseppe Castagna.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: politica, Valmadrera, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati