VALMADRERA/1,2 MILIONI DI EURO
PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

raffaella brioni valmadreraVALMADRERA – Approvato all’unanimità dal consiglio comunale il piano degli interventi per l’attuazione del diritto allo studio per l’anno scolastico 2016-2017 per un milione e 200mila euro. “La cosa importante è essere riusciti a mantenere le cifre stanziate gli anni prima che non è cosa da poco visti i continui tagli – esordisce l’assessore Raffaella Brioni –. Il numero degli alunni non è sostanzialmente cambiato: saranno 1.387 gli studenti del nostro Istituto comprensivo dalla materna alla media”.

Tante le voci di spesa per garantire a tutti il diritto all’istruzione: mensa, trasporti, libri, attività didattiche, attività straordinarie e manutenzione. “Per quanto riguarda il servizio di refezione scolastica l’appalto sarà affidato a Sodexo anche per il prossimo anno – spiega l’assessore all’Istruzione – con lo stesso costo del buono mensa per le famiglie. Mentre per il trasporto scolastico continueremo ad appoggiarci al servizio pubblico di Linee Lecco che circola più intensamente negli orari di entrata ed uscita delle scuole per agevolare gli studenti. Dal canto nostro abbiamo inserito sull’autobus la figura dell’accompagnatore che fa servizio di controllo, inoltre sarà ancora disponibile il bonus di cento euro per i ragazzi che comprano l’abbonamento annuale, anche per andare fuori città. Continueremo poi a incentivare il Piedibus che fa sempre un po’ di fatica a partire ma poi dà soddisfazione, anche se è indispensabile l’aiuto dei volontari visto che questa voce di spesa, i trasporti, ammonta già a 10.400 euro”.

Altri 18.500 euro servono invece per la fornitura dei libri di testo ai bambini valmadreresi che frequentano le primarie e quasi 80mila euro sono stanziati come contributi al funzionamento, “di questi 67.150 euro vanno alla scuola dell’infanzia paritaria Gavazzi, infatti per ogni bambino che frequenta l’istituto di via dell’Asilo il comune versa un contributo, del resto non potremmo fare a meno del loro servizio” sostiene Brioni.

Per le attività integrative e i progetti extra-scolastici che ogni classe intraprende sempre con grande entusiasmo sono previsti 23.500 euro, altri 4.700 andranno per i progetti di integrazione dei minori stranieri, mentre una somma importante, 70mila euro, è necessaria per il supporto dei bambini con forte disabilità che per questo frequentano scuole speciali. Poco più di 11mila euro andranno per i ragazzini che necessitano di un educatore, 5mila per la prevenzione del disagio minorile e 2400 per le borse di studio.

“Quest’anno si aggiungono 690mila euro dallo sblocco del patto di stabilità che serviranno per importanti interventi di manutenzione nelle scuole come la sostituzione dei serramenti e l’adeguamento degli edifici alla normativa antincendio” conclude il vice sindaco.

M. V.

Pubblicato in: Cultura, politica, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .