VALSECCHI (APL): “MOMENTO
DI INTENSA CONFUSIONE.
CHI PAGA IL LUNGOLAGO?”

Sono sempre più basito dei comunicati stampa emessi dal Comune di Lecco. Sul presunto contributo negato per il lungolago con la causale: “conferma non manifesta” il Sindaco si affretta a dire che sbaglia il MEF (ministero dell’economia e delle finanze). Ebbene potrebbe essere così che l’applicativo del MEF non abbia recepito la documentazione, oppure l’abbia letta in maniera non corretta. Se fosse così niente di male, rilevato l’errore si ripristina automaticamente il contributo e non parliamo di spiccioli, ma di ben 429.000 €.

Tuttavia, ciò che mi impressiona è l’ammonimento di Gattinoni quando afferma ” in ogni caso questa vicenda non bloccherà il progetto del lungolago” e aggiunge “si specifica che questo non pregiudica in alcun modo la realizzazione del progetto”.

Allora mi chiedo cosa c’entrano queste affermazioni con il fatto di un errore del Ministero. Se il MEF ha sbagliato, come afferma il Sindaco legittimamente, deve solo ripristinare il contributo; se non viene ripristinato il contributo vuol dire che l’errore sta da un’altra parte di cui è responsabile il Comune.

Ma che si faccia o meno il lungolago è un’altra storia, qui si sta discutendo se il Comune di Lecco avrà i soldi dal MEF o dovrà utilizzare quelli propri dei contribuenti lecchesi. Insomma una bella differenza non vi pare?

L’amministrazione vive un momento di intensa confusione che almeno a semplici domande si abbia l’accortezza di fornire risposte semplici e comprensibili.

Corrado Valsecchi
Capogruppo consiliare di Appello per Lecco

 

Pubblicato in: Città, Economia, Lettere a LeccoNews, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati