VERSO UNA MOBILITÀ INTEGRATA PER LE FERROVIE DELL’AD MAZZONCINI

Ferrovie dello Stato Italiane, seguendo la strategia messa a punto dall’AD Renato Mazzoncini, si trova impegnata nella realizzazione di un nuovo Piano Industriale a lungo termine. L’obiettivo è sia espandersi verso i mercati esteri che potenziare la mobilità nel nostro Paese.

Ma le volontà di FS non si fermano certo qui: come dichiarato dall’Amministratore delegato Renato Mazzoncini, lo scopo è di realizzare un sistema di mobilità integrato, door-to-door, che possa permettere ai cittadini di poter usufruire non solo dei treni, ma in un’ottica di coopetition di tutte le altre modalità di trasporto. Il tutto sfruttando la digitalizzazione e le nuove tecnologie informatiche.

FS: una delle maggiori realtà industriali in Italia

Ferrovie dello Stato Italiane rappresenta oggi una delle maggiori realtà industriali operanti in Italia, con un ampio raggio d’azione e con la possibilità di investire in una rete di trasporti non solo regionale e nazionale, ma anche internazionale. Piano Industriale 2017-2026: FS si proietta nel futuro

guy-933318_1280Il nuovo Piano Industriale ha una cadenza decennale e punta esattamente verso un obiettivo di espansione in termini di mobilità integrata e di tratte da e verso le maggiori capitali estere, oltre ad un percorso di internazionalizzazione già avviato da diversi mesi. Tale piano, presentato dall’amministratore delegato di FS lo scorso anno, presenta  linee guida decisamente all’avanguardia: dal trasposto integrato door-to-door agli investimenti nei paesi emergenti, fino ad arrivare alla digitalizzazione  dei processi. Nello specifico, il gruppo FS  guidato da Mazzoncini mira a superare la sua vecchia concezione di azienda legata alle ferrovie, per espandersi verso uno status di vera e propria società di trasporti, includendo dunque anche le altre modalità di trasporto pubblico e la possibilità di vendere biglietti unici per tutto il viaggio.

Mobilità integrata: il traveling companion

Mobilità integrata significa anche poter sfruttare il web per potenziare i servizi offerti al cittadino. Ed è proprio in questo senso che deve essere letta l’idea del “Traveling Companion”, una app che consentirà ai viaggiatori di pianificare interamente i propri spostamenti. Tale progetto mira a sostituire servizi già attivi come ad esempio Uber, per fornire alle persone un servizio realmente integrato, con la possibilità di modificare i mezzi di viaggio in corso d’opera, senza per questo dover affrontare tariffe aggiuntive e senza doversi interfacciare con operatori diversi.

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti