VOTO IN PROVINCIA, SCRIVE
A DRAGHI ‘SINISTRA LAVORO’:
“SI TORNI ALL’ELEZIONE DIRETTA”

Illustre Presidente del Consiglio dei Ministri
Illustri Onorevoli e Senatori Capigruppo alla Camera e al Senato

Abbiamo pensato di rivolgerci con urgenza a voi nell’ormai prossima scadenza delle elezioni provinciali che si terranno il 18 dicembre prossimo.

Elezioni queste, come ben sapete, previste a suo tempo dalla legge Delrio, la n.56/2014, che ha imposto le elezioni di secondo grado, esplicitamente adottata “in attesa della riforma del titolo V della parte seconda della Costituzione e delle relative norme di attuazione” che, risultano oggi in netto contrasto con il forte e chiaro pronunciamento dei cittadini italiani, che hanno sonoramente bocciato con il referendum del 4 dicembre 2016 la riforma della Costituzione.

Ora, questo tipo di elezione distorce la democrazia perché espropria i cittadini di un loro sacrosanto diritto a scegliere direttamente con un voto chi deve amministrare il territorio.

A tal riguardo ci permettiamo di segnalare che il Consiglio Provinciale di Lecco per ben due volte nel corso degli ultimi quattro anni ha approvato e trasmesso per competenza ai soggetti in indirizzo un ordine del giorno ad hoc per il superamento delle elezioni di secondo grado.

Per tali ragioni vi chiediamo con estrema urgenza di formulare e portare all’approvazione la nuova legge elettorale che ripristini l’elezione diretta dei Consigli Provinciali.

Nel ringraziare sentitamente per l’attenzione, Vi preghiamo di gradire i nostri più distinti saluti.

Francesco Coniglione
per Sinistra Lavoro – Lecco

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .