CALCIO LECCO:
BYE-BYE PLAYOFF.
1-2 COL PONTISOLA

LECCO – Il Lecco perde la seconda partita consecutiva e molto probabilmente dice addio ai playoff. La formazione dello squalificato Fiorenzo Roncari si fa rimontare in casa dal Pontisola. In vantaggio con Chessa nel primo tempo, i blucelesti escono sconfitti 2-1 al Rigamonti-Ceppi contro una delle squadre più forti della categoria. A segno nel secondo tempo Ruggeri e Messedaglia.

Roncari rinuncia a Castagna: al suo posto c’è Sarao nel tridente offensivo affiancato da Asiedu e Chessa. Il Pontisola inizia forte: Salandra al 4’ serve Crotti in area, Frigerio in uscita tempestiva devia in angolo. Sull’azione successiva Salandra scatta sul filo del fuorigioco e calcia alto da buona posizione. All’8’ la prima fiammata bluceleste porta la firma di Chessa che dal limite manda alto. Al 13’ rovesciata imprecisa di Sarao sulla sponda di Chessa. Al 19’ clamorosa palla gol per i bergamaschi: Crotti in area piccola fa la sponda per Stucchi9 che incredibilmente calcia alto a pochi metri da Frigerio. Il ritmo della partita nella prima mezz’ora è blando: non ne guadagna certamente lo spettacolo. Al 34’ rigore per il Lecco per un fallo di mano in area di Vanoncini sul tiro di Aldegani. Non c’è il rigorista Castagna, dal dischetto batte Chessa che trasforma. Due minuti più tardi triangolazione tra Chessa e Sarao, l’attaccante dal limite la piazza e per poco manca l’angolino. Il Pontisola si rivede al 39’ con un bolide dalla distanza di Stucchi, Frigerio deve metterci i pugni anche se il tiro era centrale. Tre minuti altra occasione per gli ospiti: percussione firmata Stucchi in area, il centrocampista scarica per Ruggeri che a porta libera sbaglia un gol facile. Il primo tempo termina sul risultato di 1-0: blucelesti in vantaggio ma a livello di occasioni meglio il Pontisola.

La ripresa si apre subito con gli ospiti pericolosi al 52’ con una conclusione velenosa di Crotti deviata in angolo da Frigerio. Quattro minuti più tardi il migliore in campo, Chessa, strappa applausi con un’azione personale di cinquanta metri ma sul più bello calcia alto da ottima posizione a tu per tu con Crescenti. Al 59’ si rivede la seconda in classifica con una punizione di Crotti di poco alta. La partita è vivace e i bergamaschi hanno l’occasione per pareggiare quattro minuti più tardi con Salandra che non ribadisce in rete il cross tenero di Augello. Sarao al 64’ colpisce un palo clamoroso calciando a giro dalla sinistra. Ci sono occasioni da una parte e dall’altra: al 67’ punizione interessante di Crotti per Stucchi, il centrocampista del Pontisola manca clamorosamente l’impatto col pallone sotto porta.

Il pareggio è nell’aria e arriva al 68’: Salandra effettua una percussione sulla sinistra appoggia in mezzo per Ruggeri che non sbaglia per l‘1-1 del Pontisola.  Aldegani sbaglia sull’azione successiva il controllo sul contropiede che poteva regalare il nuovo vantaggio bluceleste. Gli ospiti cercano la vittoria per continuare a cullare il sogno del primo posto: al 77’ punizione di Crotti bloccata da Frigerio. A dieci minuti dal termine entra Castagna al posto di Sarao. Il Pontisola spinge e trova il 2-1 all’82’ col neoentrato Messedaglia che sfrutta il cross di Perico dalla destra e di testa non lascia scampo a Frigerio. Nel finale i blucelesti ci provano nonostante la stanchezza aprendosi ai contropiedi degli ospiti: all’89’ Ruggeri supera Frigerio ma solo un intervento di Rudi sulla linea gli nega la gioia del gol. Nei quattro minuti di recupero non succede più nulla: le speranze playoff del Lecco sono legate al calendario che nelle ultime tre giornate dovrebbe sorridere alla squadra di Roncari.

 

“Il Pontisola non ha rubato nulla, ha meritato la vittoria, ma non ho nulla da rimproverare ai ragazzi”. Esordisce così Cesare Ratti, oggi in panchina insieme a Lele Ratti a causa della squalifica di Fiorenzo Roncari. “ I nostri hanno dato il massimo, ma gli avversari erano forti, queste sono partite di alto livello per il nostro girone – continua -, i giocatori in campo erano in condizione, ma non è bastato, soprattutto nel secondo tempo non siamo stati brillanti. Certo se Sarao avesse fatto quel gol sarebbe cambiato tutto…”.

Sembra proprio che l’accoppiata Castagna-Sarao non sia apprezzata dai tecnici. “Avevamo deciso di fare la sostituzione, ma la palla è uscita su calcio d’angolo – si giustifica l’allenatore in seconda -, abbiamo chiesto di poter posticipare ma non ce l’hanno accordato e così abbiamo deciso di far uscire Asiedu”. Nonostante la sconfitta comunque Ratti afferma che “finché non saremo matematicamente esclusi dai playoff continueremo a lavorare per questo obiettivo”.

Soddisfatto del risultato è invece Sergio Porrini allenatore del Pontisola: “Giocare contro la Calcio Lecco al Rigamonti-Ceppi è stato un grosso ostacolo per tutte le squadre del girone, ma la nostra è stata una vittoria meritata: sia per quanto riguarda il gioco che per il possesso palla siamo stati nettamente superiori a loro”.

Deluso e scontento il portiere bluceleste Alberto Frigerio dichiara che “c’è più rammarico per il palo preso da Sarao che per i gol subiti”. “Se la palla fosse entrata – continua – forse non saremmo calati così tanto nell’ultimo quarto d’ora e il risultato sarebbe stato diverso”. La pensa diversamente il compagno di squadra Manul Sarao che amareggiato ammette: “ Oggi non abbiamo mai tenuto in mano la partita e anche se avessi fatto gol non sarebbe cambiata la situazione, il risultato è giusto”.

 

LECCO-PONTISOLA 1-2

RETI: 35’ pt rig. Chessa(L); 23’ st Ruggeri(P), 37’ st Messedaglia(P)

LECCO (4-3-1-2)- Frigerio 6.5, Gritti 5, Rudi 5.5, Sciannamè 6.5, Mignanelli 6; A. Rota 6 (43‘ st N. Rota sv), Aldegani 5, Di Ceglie 5.5; Chessa 6.5; Asiedu 5.5, Sarao 6.5(35‘ st Castagna sv). A disp. Facheris, Aldeghi, Asti Brun, Bonacina, Ripamonti. All. Ratti 5.5

PONTISOLA (4-4-1-1)- Crescenti 5.5, Caffi 6, Vanoncini 5.5 (6‘ st Risi 6.5), Nicolosi 5.5, Bottini 5.5; Perico 6, Ruggeri 6.5, Stucchi 6.5, Augello 6 (37‘ st Messedaglia 6.5); Crotti 6.5, Salandra 6 (43‘ st Bulla sv). A disp. Natali, Mazzuccotelli, M. Rota, Fratus. All. Porrini 6.5

Arbitro: Naccari di Messina 6

NOTE: Ammoniti Vanoncini(P), Stucchi(P), Perico(P), Chessa(L), Rudi(L). Ang. 4-7 Rec. 2’ pt, 4’ st

 

Cronca di Alberto Panzeri

Interviste di Silvia Ratti

 

CLASSIFICA SERIE D 14-04

Pubblicato in: Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati