ACQUA POTABILE: 17 PROVE
NELLE ANALISI DI LARIO RETI

LECCO – Il Laboratorio di Lario Reti Holding ha esteso la certificazione di qualità ISO 17025, portandola a quota 17 prove per le acque destinate al consumo umano, cioè potabili, dai 13 parametri considerati sino ad ora. Queste si affiancano alle 5 prove già presenti per le acque reflue, cioè quelle in ingresso e in uscita dai depuratori.

I più recenti ingressi tra le prove certificate riguardano alluminio, cadmio, ferro e manganese. Questo ampliamento delle prove sottoposte a certificazione di qualità ISO 17025 giunge a 8 mesi di distanza dal precedente, che riguardava fluoruri, nitriti, nitrati, solfati, fosfati, sodio, ammonio e potassio con cromatografia ionica sulle acque destinate al consumo umano.

“Siamo molto soddisfatti di questo nuovo accreditamento – spiega Rita Provenzano, responsabile del Laboratorio di Prova di Lario Reti Holding – Con questo passaggio abbiamo ottenuto la certificazione di qualità per un totale di 17 parametri certificati sulle acque potabili, e a breve saremo oggetto di una ulteriore visita per l’accreditamento di due parametri microbiologici, per poi terminare in primavera con la certificazione di altre analisi relative ai metalli”.

 

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Cronaca, Economia, Hinterland, Lago, Sanità, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .