LECCO2020? SÌ MA AD AUTUNNO:
NEL DECRETO LEGGE IN BOZZA
SLITTAMENTO DELLE COMUNALI

ROMA – Salta il referendum ma “balzano” pure con ogni probabilità anche le elezioni amministrative 2020 – compresa quella di Lecco. La soluzione più probabile è contenuta in una nuova bozza del Decreto che verrà varato per fronteggiare l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus.

Le elezioni si terrebbero in un periodo in cui “è difficile garantire l’ordinario e uniforme svolgimento della campagna elettorale su tutto il territorio nazionale”. Per questo, il Decreto potrebbe inserire alcune deroghe riguardanti tutte le scadenze previste per il 2020.

Il referendum sul taglio dei parlamentari, inizialmente previsto per il 29 marzo, è già stato rinviato nei giorni scorsi. Ma in primavera era previsto anche l’appuntamento con alcune elezioni regionali (non in Lombnardia); e ad essere rinviate saranno anche le elezioni dei consigli comunali previste per il 2020: si terranno non in primavera, come finora stabilito, ma tra il 15 ottobre e il 15 dicembre 2020. Questa parte del provvedimento, se approvato dal Cdm, interverrebbe sulla forchetta temporale per le elezioni dei consigli comunali solamente per il 2020, fissandole quindi per la fine dell’anno. 81 i Comuni lombardi interessati, tra questi appunto Lecco ma anche Mandello del Lario e Ballabio.

Pubblicato in: Elezioni, politica, Città, Ballabio, Lago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati