COVID, DECRETO ‘FESTIVITÀ’.
EVENTI ALL’APERTO VIETATI,
FFP2 IN CINEMA E TRASPORTI,
3ª DOSE DOPO QUATTRO MESI

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha approvato poco fa all’unanimità il nuovo decreto legge ‘festività’ che introduce una stretta per arginare la progressione del Sars-CoV-2 nel nostro Paese in vista delle feste di Natale e Capodanno. Divieti, restrizioni e nuove regole sono state illustrate dal ministro della Salute, Roberto Speranza al termine del Consiglio dei ministri.

Ecco cosa prevede il decreto festività.

ORIENTAMENTO TERZA DOSE A 4 MESI – Il periodo minimo per la somministrazione del richiamo e della terza dose di vaccino contro il Covid potrebbe essere ridotto a 4 mesi. Per questa misura si attende l’ok dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, e un approfondimento tecnico.

GREEN PASS VALIDO 6 MESI – A partire dal 1° febbraio 2022 la durata del green pass viene ridotta a 6 mesi dall’ultima somministrazione del vaccino. La data del 1° febbraio è stata scelta per dare il tempo a chi ha già effettuato la seconda dose di prenotare il richiamo o la terza dose.

AMPLIAMENTO GREEN PASS RAFFORZATO – Il decreto estende i luoghi dove si applica il green pass rafforzato che viene rilasciato a chi è guarito o vaccinato: musei, mostre, parchi tematici e parchi di divertimento, centri sociali, sale gioco, sale scommesse e sale bingo e ristorazione al chiuso al banco (chi ha il solo esito negativo del tampone potrà consumare cibili e bevande solo all’aperto).

OBBLIGO MASCHERINE ALL’APERTO – È introdotto l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto su tutto il territorio nazionale, quindi anche nelle regioni che si trovano in zona bianca.

OBBLIGO FFP2 – All’interno di cinema, teatri, stadi, nell’ambito di eventi sportivi al chiuso e sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza e trasporto pubblico locale (treni, aerei, navi, bus e metropolitane) è obbligatorio indossare la mascherina FFP2.

VIETATO CONSUMO DI CIBO E BEVANDE AL CHIUSO – È vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso, in cinema, teatri e per eventi sportivi.

DIVIETO DI FARE FESTE ALL’APERTO – Fino al 31 gennaio sono vietati eventi e feste in piazza all’aperto che implichino assembramenti. Sospese fino al 31 gennaio le attività di discoteche, sale da ballo e assimilabili.

TAMPONI NELLE RSA – I visitatori delle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice dovranno avere il green pass ‘rafforzato’ ma se non hanno effettuato la terza dose di vaccino dovranno esibire anche un tampone negativo.

TAMPONE E QUARANTENA PER CHI ARRIVA DALL’ESTERO – Rimane in vigore la regola del tampone obbligatorio per chi arriva dall’estero anche se è vaccinato. È prevista l’effettuazione di tamponi a campione al momento dell’ingresso in Italia dall’estero: in caso di positività, si applica la misura dell’isolamento fiduciario per 10 giorni. Chi non ha a disposizione un alloggio dove stare in isolamento va nel Covid Hotel.

SCREENING NELLE SCUOLE – Il decreto autorizza la spesa complessiva di 9 milioni di euro per assicurare l’individuazione e il tracciamento dei casi positivi nelle scuole. Il ministero della Difesa assicura il supporto a Regioni e Province autonome nello svolgimento delle attività di somministrazione di test per la ricerca di SARS-CoV-2 e di quelle correlate di analisi e di refertazione attraverso i laboratori militari della rete di diagnostica molecolare dislocati sul territorio nazionale.

Fonte Agenzia DiRE

 

 

Pubblicato in: Città, Covid-19, Cultura, Economia, Eventi, Hinterland, Lago, politica, Sanità, Scuola, Sport, Turismo, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .