INDAGINI DRAMMA DI MARGNO,
LA PROCURA: “DA CAPIRE
SE C’È STATA PREMEDITAZIONE”

LECCO – Mentre il Pubblico Ministero Andrea Figoni è nella caserma dei carabinieri di Casargo – dalla quale non filtrano informazioni sull’indagine in corso per la tragedia avvenuta a Margno – da Lecco il capo della Procura Antonio Chiappani (foto a destra) conferma all’agenzia ANSA che i due gemelli dodicenni sono stati “Ammazzati durante la notte. La ragazza strangolata, lui soffocato”.

Si lavora sulle foto caricate su Instagram alle tre del mattino, per capire se il padre omicida-suicida Mario Bressi le abbia postate prima o dopo l’uccisione dei figli.

Sempre il Procuratore capo dichiara che “Non si sa ancora se vi sia stata premeditazione, l’uomo ha avuto tempo tutta la scorsa settimana e magari c’è stata una discussione con la moglie ieri sera, che ha fatto scattare l’ira”.

“L’autopsia chiarirà se ci sia stata sedazione – conclude Chiappani -, dunque premeditazione”.

RedCro

Pubblicato in: Città, Valsassina, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .