IL GROSSO SPAVENTO DI ELISA:
DA SOCCORRITRICE A FIGLIA
DEL PAZIENTE IN AMBULANZA

VENDROGNO – Esistono storie di pazienti, storie di soccorritori e, a volte, storie di parenti: singolare però è il racconto di Elisa, vendrognese con casa a Lecco abituata a volare in ambulanza trasportando i feriti, che, per una volta, ha vestito i panni del famigliare. Ieri infatti, dopo l’incidente avvenuto a Laorca, ha ricevuto quella chiamata che nessuno vorrebbe sentire: nel veicolo c’era la madre, Carla Marcati.

Ciao sono Elisa, di Cri Valmadrera. Sono la figlia, puoi dirmi..tutto?
Ho capito le parole “incidente“, “mamma” e “muro“, e nient’altro fino a quando non ho sentito un collega parlarmi in una lingua che conosco, parlare di “neurologico”, “testa-piedi” e “pz V”.
Un giorno, per un giorno, non sei un soccorritore ma sei un familiare del paziente, quello che sta li impalato…

>LEGGI TUTTA LA STORIA su

LO SPAVENTO DI ELISA, DA SOCCORRITRICE A FIGLIA DELLA PAZIENTE: “DA DOMANI PRESTERÒ AI FAMILIARI IL DOPPIO DELL’ATTENZIONE”

 

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .