LARIOFIERE, NUOVE SINERGIE
E UNA PARTNERSHIP
CON IL CFPA DI CASARGO

ERBA (CO) – Incontro a Lariofiere oggi per parlare di promozione del sistema economico e imprenditoriale, vocazione dell’ente erbese con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo e la crescita della comunità territoriale.

Per le sole attività fieristiche il calendario di Lariofiere propone annualmente circa 20 appuntamenti rivolti al mercato business e consumer, oltre a numerosi eventi di natura congressuale e convegnistica, coinvolgendo, in tal modo, circa 2.000 aziende e 250.000 visitatori, suddivisi tra operatori professionali e pubblico generico.

La Fondazione si connota per il forte legame con i soggetti dell’economia locale: i propri soci, le associazioni imprenditoriali, gli enti locali, il sistema scolastico e della formazione professionale.

Per il presidente Fabio Dadati “In questa nuova fase di ripartenza, Lariofiere si pone l’obiettivo di ottimizzare i propri risultati gestionali, garantire la massima sicurezza e la propensione all’individuazione di soluzioni tecnologiche e innovative in termini di offerta di servizi ai propri espositori e visitatori, oltre al perseguimento di obiettivi di carattere sociale e comunitario, mediante una forte integrazione e una fitta relazione con la formazione scolastica e professionale del territorio. Questi obiettivi ci hanno condotti ad individuare una nuova e moderna gestione diretta dei servizi di ristorazione che il centro fieristico propone, in collaborazione anche con produttori e distributori del comparto agroalimentare del territorio”

La Fondazione Lariofiere, infatti, da questa nuova stagione fieristica, propone, a espositori e visitatori, servizi bar e ristorante gestiti direttamente mediante il coordinamento di un proprio Restaurant Manager e avvalendosi di una importante partnership, individuata a seguito di un avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse, con l’Agenzia Provinciale per le Attività Formative della Provincia di Lecco, che gestisce il Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Casargo.

La partnership tra Lariofiere e APAF prevede la collaborazione del CFPA di Casargo nell’attività ordinaria di erogazione del servizio Bar e Ristorazione realizzata da Lariofiere e la possibilità, sempre per il CFPA di Casargo, di proporre, organizzare e realizzare iniziative formative di carattere professionale e non.

La gestione delle attività formative sarà affidata a professionisti del settore che andranno ad individuare tematiche legate all’alimentazione e alla ristorazione, quali la preparazione di cibi adatti ai celiaci e agli intolleranti, le nuove tecniche di cottura e conservazione degli alimenti, la predisposizione di menù per specifiche tipologie di utenza, dagli sportivi agli anziani.

Il progetto coinvolgerà allievi dal primo al quinto anno con lo scopo di incrementare le loro competenze operative e migliorarne le capacità pratiche sul campo, beneficiando di questa esperienza per affrontare in modo più sereno le future esperienze di tirocinio e lavoro.

Per il presidente APAF CFPA Casargo, Marco Galbiati “Questa partnership con Lariofiere darà la possibilità ai ragazzi di mettersi a confronto con il mondo del lavoro in un contesto nuovo e in continuo sviluppo, in cui potranno incontrare ed interfacciarsi con le esigenze degli imprenditori. Inoltre si conferma la volontà della scuola di lavorare con e sul territorio proprio per aumentare le sinergie e le occasioni disponibili in un periodo di ripartenza e ripensamento dell’offerta sia formativa che ristorativa.

Grande entusiasmo anche per il direttore APAF CFPA Casargo, Marco Cimino: “la collaborazione con Lariofiere rappresenta una grandissima occasione per i nostri ragazzi. Questo progetto, che prevede attività integrative aggiuntive rispetto al programma scolastico, permetterà agli allievi di esercitare e migliorare le competenze tecnico pratiche, cosa che ha sempre contraddistinto la nostra scuola. Faremo in modo che tutti i ragazzi vivano quest’esperienza formativa, recuperando quella abitudine a lavorare che si era inevitabilmente ridotta durante il lockdown. Ringraziamo Lariofiere per questa collaborazione e per la ulteriore possibilità che il CFPA avrà di inventare, promuovere e realizzare iniziative di più ampio respiro con professionisti dedicati.”

Nell’ottica di una propensione all’utilizzo di soluzioni innovative che garantiscano un’offerta ristorativa performante, efficace ed efficiente per la propria utenza, garantendo altresì la sicurezza di evitare assembramenti, mantenendo il distanziamento sociale, Lariofiere ha stabilito una partnership tecnologica con iPratico Srl, software house lecchese specializzata nello sviluppo di soluzioni gestionali per il retail e la ristorazione su piattaforma Apple. Attraverso questa collaborazione si intende rispondere alle nuove esigenze delle aziende espositrici e dei visitatori, offrendo un servizio sempre più efficace e garantendo una più efficiente organizzazione del lavoro. Il tutto attraverso soluzioni all’avanguardia:

WebApp e QRCode per espositori e visitatori
Ogni azienda espositrice avrà a disposizione nel suo stand un personale QRCode da scansionare con qualsiasi smartphone per ordinare cibi e bevande direttamente ai bar di Lariofiere. L’ordine arriverà così agli addetti dei servizi di ristorazione, i quali sapranno in questo modo cosa consegnare e a quale stand.

Anche i visitatori avranno la possibilità di ordinare seduti ai tavoli dei bar la consumazione senza creare fila alla cassa, scansionando, con lo smartphone, il QRCode che troveranno sul posto. Con lo stesso QRCode i visitatori potranno anche prenotare il proprio tavolo ai bar o al ristorante di LarioFiere, scegliendo orario e giorno, e aggiungendo anche eventuali note.

Pagamenti elettronici
Una volta effettuato l’ordine, l’azienda espositrice avrà la possibilità di effettuare il pagamento attraverso due modalità:
tramite la WebApp, grazie alla partnership con Poste Pay;
tramite fattura riepilogativa al termine della manifestazione fieristica.
I pagamenti elettronici, sempre più veloci e sicuri, eliminano anche la necessità di toccare contanti, carte di credito, digitare PIN o firmare ricevute; il personale dei bar porterà direttamente l’ordine allo stand (a domicilio).

“Questo nuovo servizio – spiega Domenico Palmisani, CEO di iPratico – permetterà a tutti gli espositori di usufruire dei servizi di ristorazione in assoluta sicurezza. Si eviterà qualsiasi forma di assembramento alle casse dei bar. Tutti gli operatori potranno dedicarsi ai loro visitatori senza perdere tempo in inutili allontanamenti dai loro stand per procurarsi un caffè, un panino o una bevanda, ottenendo così il massimo risultato dalla partecipazione alla manifestazione”.

Pubblicato in: tecnologia, politica, Sanità, Valsassina, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati