PROVINCIA, CINQUE TAPPE
TRA I SINDACI DI CENTRODESTRA
PER LA CANDIDATA HOFMANN

LECCO – “Ho ufficialmente accettato la candidatura a presidente della Provincia. L’inizio di un percorso trasversale che vuole raccogliere la maggiore adesione e partecipazione possibile per rappresentare e rispettare la sensibilità politica di ogni amministratore locale del nostro territorio, per far sì che la Provincia sia autenticamente e concretamente la casa di tutti i comuni; per questi motivi, con alcuni amici amministratori, ho elaborato un documento programmatico a sostegno della mia corsa” dichiara Alessandra Hofmann, sindaco di Monticello Brianza e candidata presidente per gli amministratori civici e di centrodestra.

Riteniamo sia necessario che l’ente provinciale investa nelle proprie competenze dirette con un approccio innovativo e attento alle esigenze di tutti gli ambiti del nostro territorio provinciale, dall’alto Lario fino alla Brianza. Partendo dallo sviluppo e l’attenta manutenzione delle principali strade provinciali che sono infrastrutture necessarie e fondamentali per il tessuto economico locale e la vivibilità del nostro territorio.

Riteniamo che l’ente provinciale debba essere in grado di permettere ai nostri figli di vivere in ambienti scolastici moderni, efficienti dal punto di vista energetico e sicuri; per fare tutto questo dobbiamo necessariamente intercettare le opportunità che arriveranno con la declinazione dei bandi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilenza: il più grande piano di investimenti pubblici dai tempi del piano Marshall.

La Provincia deve essere in grado di costruire, in accordo con le associazioni di categoria, un sistema di formazione professionale e d’istruzione secondaria che sia attento alle esigenze delle tante piccole e medie aziende che popolano il nostro territorio, per favorire un migliore incontro tra domanda e offerta di lavoro.

L’attenzione all’ambiente, ai parchi e alla pianificazione territoriale – prosegue il manifesto – non deve essere una bandiera ideologica che viene sventolata unicamente in alcuni seminari, ma deve essere una caratteristica che permette di tutelare e mettere in sicurezza il nostro patrimonio naturale, evitando però che diventi un ostacolo all’insediamento di nuovi posti di lavoro o alla creazione di nuove infrastrutture utili per l’intera comunità provinciale.

La Provincia deve rafforzare il sistema di supporto ai Comuni nell’individuazione di strumenti per favorire l’attività amministrativa quotidiana, una missione che in questi anni è stata sviluppata con coraggio, ma che in vista delle sfide future da cogliere con Il PNRR deve essere necessariamente e ulteriormente implementata.

Nei prossimi giorni Alessandra Hofmann inzierà un percorso di dialogo e confronto con tutti gli amministratori della Provincia. Primo appuntamento lunedì 22 novembre alle 21 nella sede della Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera a Barzio; mercoledì 24 novembre alle 21 al Monastero del Lavello a Calolziocorte per gli amministratori della Valle San Martino. Seguiranno, da definire nei dettagli: martedì 30 novembre a Merate per gli amministratori del meratese; giovedì 2 dicembre a Sirtori per tutti gli amministratori dell’oggionese e del casatese; lunedì 13 dicembre a Mandello incontro conclusivo con gli amministratori del lecchese.

 

Pubblicato in: politica, Città, Hinterland, Valsassina, Lago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .