ZINCO NELL’ACQUA A PREMANA,
L’ARPA ‘ASSOLVE’ LARIO RETI:
“SCARICO ABUSIVO DI AZIENDE”

PREMANA – L’anno scorso, per una vicenda del tutto simile venne assolto.

Stavolta per Lelio Cavallier, amministratore delegato di Lario Reti Holding – società che gestisce il depuratore di Premana – era stata avanzata dal PM una richiesta di pena pecuniaria di 3.250 euro per il presunto superamento della presenza nell’acqua di zinco – sopra i valori consentiti (0,7 microgrammi per litro, quando il limite massimo è fissato a 0,5)…

TUTTI I PARTICOLARI SU VALSASSINANEWS:

ZINCO NELL’ACQUA DEL DEPURATORE DI PREMANA, L’ARPA ACCUSA: “SCARICO ABUSIVO DA PARTE DI UN’AZIENDA”

Pubblicato in: Ambiente, Cronaca, Valsassina, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .