IL GRASSI SEMPRE PIÙ EUROPEO.
IN ERASMUS ANCHE I PROFESSORI
CON UN BANDO DA 53.000 EURO

liceo scientifico grassiLECCO – Il Liceo Grassi di Lecco può dirsi giustamente fiero dell’ultimo traguardo raggiunto per darsi una dimensione europea: la concessione di un cospicuo finanziamento da parte dell’Agenzia Nazionale Italiana Erasmus+, il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020. La soddisfazione è ancora più giustificata se si pensa che su 783 candidature in tutta Italia, sono stati accolti solo 97 progetti, nessun altro nella provincia di Lecco. Questo successo è frutto di una maturità progettuale raggiunta attraverso un intenso e lungo lavoro di squadra dalle docenti referenti Emilia Barile, Donatella Cornaggia, Paola Erba e Renata Menaballi.

In cosa consiste il progetto? Il progetto Erasmus+ azione K1 (per cui è stato presentato il progetto dal Liceo Grassi) finanzia la mobilità all’estero degli insegnanti per una formazione linguistica e metodologica, consente loro di assistere a delle lezioni tenute da colleghi stranieri (attività di job shadowing) e di fare un’esperienza diretta d’insegnamento all’estero (attività di teaching assignment) per periodi di durata variabile. Per il Liceo Grassi in particolare, con uno stanziamento di 53.580 euro, sono state finanziate 25 mobilità di docenti che, scelti con apposita procedura di selezione del personale, frequenteranno corsi di lingua/nuove metodologie in Irlanda e Inghilterra, assisteranno alle lezioni nella scuola gemella di Spalato e avranno esperienza di insegnamento diretto nella stessa. Partecipa alle mobilità anche il dirigente che avrà la possibilità di fruire dell’attività di school visiting in Finlandia o Germania, paesi all’avanguardia che primeggiano quanto a risultati dei loro studenti nelle indagini internazionali, Ocse Pisa.

Questo progetto dunque permetterà un potenziamento delle competenze linguistico-metodologiche dei docenti del Liceo Grassi, con una positiva ricaduta didattica per gli studenti. Si perfezioneranno infatti le attività Clil e la costruzione di un curricolo dello studente europeo, una priorità per tutti i paesi membri dell’Unione. Ma per il Liceo Grassi questa è solo l’ultima, per ora, tappa di un percorso proposto negli anni agli studenti, per potenziare l’internazionalizzazione dell’istituto. Eccone le qualificanti iniziative: corsi di conversazione in inglese con un esperto- madrelingua, corsi opzionali di una seconda lingua europea (francese o tedesco), preparazione degli studenti di quarta all’esame per il First Certificate in English con sempre eccellenti risultati degli studenti. Nello scorso anno scolastico è stato anche realizzato uno scambio di classe con Spalato che continua anche quest’anno e prevede l’allargamento a nuovi partner; infine dal 6 al 12 settembre un gruppo di studenti e docenti ha partecipato ad uno stage linguistico a Dublino. Per il futuro si lavora alla prosecuzione di tutto questo e a un’apertura alla Grecia moderna, con un corso organizzato dalla prof.ssa Gilda Tentorio, in preparazione di un viaggio in Grecia per docenti e studenti.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati