“GIARDINO DELLE ESPERIDI”:
10 ANNI E NON SENTIRLI

Giardino esperidi 1GALBIATE – Il Festival “Il giardino delle esperidi”, di ScarlattineTeatro – Campsirago Residenza, compie 10 anni e da’ i numeri: 6 spettacoli in prima assoluta, 2 spettacoli in prima nazionale, 2 spettacoli in anteprima, 1 studio e 74 repliche, tra spettacoli, performance, proiezioni, incontri, con il coinvolgimento di 12 compagnie e artisti nazionali e internazionali e 5 comuni. Tra cui Galbiate, il paese del borgo di San Genesio, terra antica dedita a Giano da cui è partito quello che dieci anni fa era solo un sogno e che oggi proprio qui ha ben due spettacoli in programma: “Sogno di una Notte di Mezza Estate” e “Hamlet Private”. Il primo è uno spettacolo itinerante per i boschi di Figina, pensato per 120 persone e tenutosi sabato 21 giugno e domenica 22 giugno, con partenza nella suggestiva cornice della Chiesa di San Michele al Monte Barro. Giardino esperid3Una commedia misteriosa, prima assoluta prodotta da ScarlattineTeatro , Teatro Invito e Piccoli Idilli e scritta da Michele Losi e Luca Radaelli, in cui recitano anche  giovani attori, formati per l’occasione attraverso un laboratorio aperto agli under 30, curato proprio dai due registi dello spettacolo. Una versione in cui l’opera torna letteralmente a spazi aperti e recupera quella indissolubile comunione con lo spettatore e la comunità: il pubblico è infatti guidato in un percorso, immerso nella vicenda, senza separazione dagli attori e dalla scena, perché quest’ultima è costituita da tutto ciò che lo circonda. Un coinvolgimento così completo e assoluto che nemmeno il terribile acquazzone di domenica sera ha impedito ai più volenterosi di attendere il monologo finale che è stato infatti tenuto in una situazione imprevista ma molto particolare ed emozionante, premiata da calorosi applausi.

Giardino esperid2Se “Sogno di una Notte di Mezza Estate” è un evento comunitario, “Hamlet Private” invece è l’esatto opposto: si tratta infatti di uno spettacolo per un unico spettatore. Prodotto da ScarlattineTeatro, Campsirago Residenza e Gnab Collective, scritto e diretto da Martina Marti, “Hamlet Private” si configura come un incontro con un Amleto confidenziale, che abbandona il contesto teatrale tradizionale e accoglie un singolo spettatore nell’intimità di un caffè. Un’esperienza privata in cui lo spettatore – protagonista ha l’occasione di indagare la sua vita interrogando le carte del sistema divinatorio Talmeh, interpretate dall’attore alla luce delle vicende di Amleto. Dopo lo spettacolo di ieri, lunedì 23 giugno, l’ultima occasione di vivere questa surreale esperienza a Galbiate sarà questa pomeriggio, martedì 24 alle 16.00, in un luogo segreto comunicato solo a coloro che si prenoteranno.

Giardino esperidiAttilio Imbrogno, responsabile della comunicazione, ha risposto infine alle nostre domande:

Come è stata la reazione del pubblico?
Il pubblico ha reagito molto bene in termini in primis di presenza, abbiamo avuto infatti un sold out completo sia per sabato sera che per domenica sera. In più dalle telefonate e dal calore del pubblico presente possiamo dire con tranquillità che gli spettatori si siano divertiti ed abbiano passato una bella serata di teatro e natura, com’è nello stile del Giardino Delle Esperidi. Siamo coscienti della crescita che il festival ha avuto in questi ultimi anni, in termini di qualità degli spettacoli e di partecipazione, ma onestamente non ci si aspettava per il debutto una risposta così calorosa e numerosa. Non possiamo che dirci soddisfatti e felici.

Come è cambiato il Festival in questi dieci anni e cosa è rimasto uguale?
Il festival è diventato un appuntamento internazionale che raggiunge tantissimi spettatori in un territorio sempre più vasto. Ma qualcosa è rimasta invariato, il suo spirito, la sua anima più profonda, ovvero le persone che lo compongono e il legame con il territorio ed i suoi paesaggi.

Chiara Vassena

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati