“SPORT INSIEME”: A CALOLZIO
OTTO TAPPE PER I GIOVANI

Massimo Tavola

CALOLZIOCORTE – Presentato questa sera in sala civica a Calolziocorte il progetto SportInsieme, alla presenza del vicesindaco Massimo Tavola e di undici associazioni sportive: scopo dell’incontro condividere l’ottenimento di un finanziamento a seguito della presentazione di un bando regionale.

Regione Lombardia insieme a Cariplo ha infatti promosso Sport, un’occasione per crescere insieme, bando per far avvicinare i giovani tra i 16 e i 19 anni, i disabili o chi non pratica lo sport all’attività fisica. “I progetti dovevano valorizzare lo sport in quanto elemento di prevenzione contro la marginalizzazione giovanile e in quanto spinta propositrice di solidarietà tra le persone. Come assessorato abbiamo stilato un progetto per partecipare e perciò ringrazio i funzionari dell’ufficio, estensori e “progettatori” delle idee”, ha chiarito Tavola. Sono stati perciò stanziati da Cariplo 18.000 euro, che uniti ai 12.000 forniti dall’amministrazione, hanno permesso di realizzare i progetti sportivi. “Tramite lo sport si promuove la salute, la collaborazione e la solidarietà, senza  necessariamente coinvolgere l’aspetto agonistico della cosa”.

tavolo sport insiemeEntrando nel merito il vicesindaco ha spiegato le otto azioni tramite le quali si concretizza il progetto: “La prima si chiama cambiare sguardo e consiste in una serie di incontri con esperti di psicologia dello dello sport per permettere ad allenatori e dirigenti di risolvere problemi e difficoltà legate al mondo dell’attività fisica.  La seconda è rimuovere gli ostacoli: essa è un sostegno diretto ai ragazzi di tutte le associazioni e consiste nel dare un contributo a chi ha un disagio economico al fine di aiutare la persona a comprare il materiale o ad iscriversi ad un’associazione. La terza azione è camminare per la città, un’attività di collegamento: uniremo il piedibus dei ragazzi e il gruppo di cammino. la quarta azione è laboratori dello sport e consiste nell’adozione da parte di un’associazione di una scuola dove attualizzare delle attività che facciano avvicinare gli allievi ad una particolare disciplina, in un’ottica di pratica dell’attività sportiva che continui anche dopo la scuola; la quinta è sport estate che riguarda in realtà attività già consolidate come i summer camp, anche se quest’anno ci saranno momenti di sport anche all’interno dei centri ricreativi estivi delle parrocchie. Il sesto momento è quello del maggio calolziese, una kermesse di eventi sportivi già ben nota alla cittadinanza. Molto particolare è open sport, il settimo step, promosso da consulta giovani e che vuole andare incontro ai ragazzi di Calolziocorte che intendono usufruire degli impianti quando sono chiusi: i ragazzi che l’hanno promosso e concretizzato sono mossi da una motivazione molto valida, che intende invitare i coetanei allo sport in un contesto libero e non agonistico. L‘ottava azione si chiama andare e salire ed è legata alle montagne: tramite il Cag i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi alla camminata sui monti”.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto infine a Roberto Stucchi, al Cag, alle scuole e ad alcune associazioni sportive come Ac Vittoria e Carpe Diem, che hanno inoltrato lettere di supporto: “E’ un segnale forte del fatto che con la collaborazione e la condivisione si ottengono i risultati”, ha concluso Tavola.

G.M.  

 

 

 

Pubblicato in: Calolziocorte, Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati