UN LECCO TUTTO CUORE
TIENE TESTA ALLA PRO PATRIA.
1-2 AL RIGAMONTI-CEPPI

Quattara Ange Meyergue Calcio LeccoLECCO – Un Lecco tutto cuore tiene testa alla Pro Patria seconda della classe, ma alla fine viene sconfitto (2-1). Su un campo ai limiti della praticabilità i ragazzi di mister Alberto Bertolini passano in vantaggio e, a tratti, dominano anche il match, ma nel secondo tempo, in qualche modo, gli ospiti segnano i due gol che consentono di espugnare il Rigamonti-Ceppi.

All’8’ arriva il gol: una gran botta di Malvestiti si insacca nell’angolino basso. I bustocchi giocano in attacco, ma i blucelesti, quando si vedono, fanno paura, come al 15’ con Marcone che spaventa Monzani con un sinistro dalla distanza che si spegne di poco a lato. Ed è proprio questa occasione a galvanizzare i padroni di casa che proseguono ad attaccare, mettendo in difficoltà gli avversari che non riescono più a costruire azioni decisive. Il primo vero tiro verso la porta arriva al 27’ con Gherardi, ma debole si infrange sui cartelloni alla sinistra di Salvatori. Al 35’ Casiraghi non riesce a deviare in porta un corner. Il portiere bluceleste fa sua la sfera e lancia il contropiede che termina con Caraffa, fermato però in fuorigioco. Al 47’ Ronchi lancia Caraffa che supera Monzani e viene steso proprio dal portiere. L’arbitro fischia il fallo ed estrae il cartellino, ma torna sui suoi passi vedendo la bandierina alzata del guardalinee per fuorigioco dell’attaccante bluceleste.

Nella ripresa si fa subito vedere la Pro Patria con Piras, al 3’, di poco a lato. La punizione di Santana, al 7’, viene deviata dalla barriera ed è facile presa del numero uno casalingo. Al 10’ i bustocchi pareggiano: Disabato crossa in mezzo e Piras devia quel tanto che basta per gonfiare la rete. È sempre l’autore del gol a creare scompiglio e, due minuti più tardi, serve Casiraghi che non trova lo specchio. Il vantaggio dei varesini arriva al 23’: Santana viene servito sulla linea di fondo da Disabato, mette in mezzo per Piras che insacca. I lecchesi però si infuriano protestando per un sospetto fuorigioco dell’ex Fiorentina e Palermo. Ed è sempre Santana a provarci dalla distanza, in contropiede, al 35’, il suo pallonetto però supera il portiere ma Djibo risolve buttandola fuori. Al 43’ il Lecco rimane in dieci: brutto fallo di Dejori su Santic e l’arbitro estrae il rosso diretto. Il forcing non porta a nulla, ma i blucelesti escono tra gli applausi.

 

LECCO – PRO PATRIA

LECCO (4-3-3): Salvatori; Marcone (30’ st Locatelli), Garofoli, Dejori, Malvestiti; Karamoko, Cannataro, Cataldi (37’ st Disarò); Ronchi (15’ st Djibo), Caraffa, Meyergue. All. Bertolini

PRO PATRIA (3-4-3): Monzani; Angioletti (4’ st Disabato), Garbini, Ferraro; Piras, Colombo, Santic, Barzaghi; Gherardi (10’ st Cappai), Casiraghi (32’ st Scanu), Santana. All. Bonazzi

Arbitro: Catallo di Frosinone

Marcatori: pt 8’ Malvestiti, st 10’ e 23’ Piras

Note: ammoniti: Cataldi, Salvatori, Meyergue, Piras. Espulso Dejori al 43’ per gioco violento

 

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati