BABY BOOK CROSSING:
INAUGURATA LA POSTAZIONE

LECCO – Inaugurata questa mattina in stazione la prima postazione dedicata al “Baby Book Crossing“, nuova frontiera del progetto Lecco Leggo, nato nel 2016 per promuovere la lettura attraverso il libero scambio di libri, nei diversi quartieri della città, realizzato grazie alla sinergia tra i diversi servizi comunali coinvolti e la cittadinanza lecchese. Una riqualificazione necessaria, dopo lo stop forzato determinato dalla pandemia, l’interruzione dello scambio e il deterioramento delle originarie postazioni dedicate al “Book Crossing”, divenuta realtà grazie al progetto Me.Te.Ora e i progetti territoriali della cooperativa L’Arcobaleno. Il progetto di riqualifica artistica delle nuove casette, realizzate grazie al contributo di Linee Lecco attraverso Fondazione comunitaria del Lecchese Onlus, nasce all’interno di una cornice terapeutica e riabilitativa in cui si inseriscono pre-adolescenti e adolescenti presi in carico dall’equipe di tali progetti.

La postazione inaugurata è la prima delle 22 esistenti che, in occasione di questa revisione, saranno potenziate grazie a una suddivisione dei comparti, che prevedranno uno spazio dedicato alla lettura per i bambini tra i 6 e i 10 anni, uno per la lettura per i ragazzi e uno per gli adulti. Tra gli obiettivi del progetto, la promozione della lettura e il coinvolgimento degli abitanti dei quartieri, il miglioramento del benessere psico-fisico e lo sviluppo delle competenze delle persone coinvolte nella riqualificazione, in particolare degli studenti delle scuole superiori a indirizzo grafico del territorio.

Al momento sono interventi l’assessore alla Famiglia, giovani e comunicazione Alessandra Durante, il responsabile dell’Informagiovani del Comune di Lecco Luca Pedrazzoli e gli alunni della Scuola Primaria “Torri Tarelli” di Lecco.

Così l’assessore Durante: “Questo progetto parte simbolicamente proprio dalla stazione, dove qualche mese fa è stata vandalizzata una delle casette del BookCrossing. I ragazzi e le ragazze della cooperativa Arcobaleno ci regalano delle opere d’arte raffiguranti volti di grandi autori che piano piano abbelliranno i rioni della città con 22 postazioni. Ad un esempio negativo rispondiamo con un esempio positivo grazie a chi collabora ogni giorno con entusiasmo per la cura della città. Grazie anche ai bambini della scuola primaria di Chiuso che hanno preparato e donato i segnalibro che da oggi si troveranno nella prima casetta e a cui abbiamo regalato dei libri per la propria biblioteca scolastica. Sono orgogliosa di poter dire che anche le casette dell’attuale BookCrossing vedranno una nuova vita e verranno riqualificate e proposte alle scuole per un nuovissimo progetto di “toy sharing” per lo scambio di giocattoli tra bambini che proporremo nei prossimi mesi alle scuole della città: un’occasione per educare alla condivisione e al riuso, per evitare lo spreco di tanti giochi inutilizzati sugli scaffali di casa e per abbattere le differenze grazie allo scambio e alla solidarietà”.

 

 

 

Pubblicato in: Città, Giovani Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati