COVID/“NON POSSO SALUTARE
MIA FIGLIA MAI NATA, TUMULATA
IN UNA FOSSA COMUNE
AL CIMITERO DI CASTELLO”

DORIO – La “dolce attesa”, quel periodo in cui alla fine della gravidanza ci sarà un essere vivente da stringere tra le braccia di mamma e papà.

Purtroppo però possono crearsi situazioni diverse che trasformano questo momento in un dramma, con la perdita del figlio che la mamma porta in grembo. Il dolore che queste donne devono sopportare è enorme.

L’unica cosa che resta loro è recarsi in un cimitero a portare dei fiori o accendere una candela su una tomba. Per i bimbi mai nati non c’è Babbo Natale che porta loro i regali. Con i DPCM che vietano gli spostamenti in comuni diversi da quello di residenza, anche compiere questo gesto diventa complicato. Daniela Dell’Era 44enne di Dorio, ha perso la sua bambina, a cui avrebbe dato il nome di …

IL RACCONTO IN QUESTA PAGINA DI LARIO NEWS:

Covid. “Niente saluto a mia figlia mai nata, tumulata in una fossa comune”

Pubblicato in: Sanità, Cronaca, Covid-19, Città, Lago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .