I MURALES DEGLI STUDENTI
E I GAZEBO IN CENTRO LECCO
PER I 120 ANNI DI RIFUGI SEL

LECCO – Sabato di festa in piazza XX Settembre a Lecco per i 120 anni della Sel – Società escursionisti lecchesi. I rifugisti che hanno in gestione le strutture che fanno capo alla società, si sono ritrovati sotto quattro gazebo dedicati alla presentazione, scoperta e degustazione delle loro attività. Erano presenti per il Rocca Locatelli dei Piani dei Resinelli i gestori Fabio Rocchi e Mauro Cariboni. Per il Grassi ai piedi del Pizzo dei Tre Signori Anna Bortoletto e il marito Amos Locatelli che lo conducono da più di dieci anni. In un altro gazebo il Sassi-Castelli gestito, ai Piani di Artavaggio, da Massimo Aluvisetti e dalla moglie Serena. Infine l’Azzoni in cima al Resegone gestito da Stefano Valsecchi. Molti i visitatori che si sono soffermati a conversare con i gestori, a chiedere informazioni e a gustare qualche prodotto tipico.

Alle 17 all’interno del Pazzo delle Paure la premiazione dei quattro vincitori del concorso 120 SEL – Coloriamo i nostri rifugi con dei murales a tema Vivere… a colori la montagna indetto con il patrocinio del Comune di Lecco e della Provincia in collaborazione con il provveditorato agli studi cittadino. Il concorso ha coinvolto numerosi ragazzi di varie scuole nella progettazione dei bozzetti dei murales che verranno riportati all’interno dei vari rifugi.

Durante la premiazione il presidente Mauro Colombo ha saluto i presenti anche a nome del consiglio direttivo della Sel e ringraziato i rappresentanti dell’Amministrazione comunale Simona Piazza e Clara Fusi e ai numerosi presenti alla premiazione. “Abbiamo festeggiato i 120 anni di storia – ha aggiunto Colombo – e ho pensato che per resistere altri 120 anni abbiamo bisogno di un ricambio generazionale. Ringrazio tutte le scuole che hanno aderito al concorso toccando il tema della montagna che è il nostro interesse comune ed è fatto di passione, valori che ci portiamo dietro da 120 anni e che vogliamo custodire nel migliore dei modi”.

Rivolgendosi ai vincitori del concorso e ai presenti: “Il vostro contributo è stato importante e il fatto che siete intervenuti numerosi conferma che c’è interesse per questi argomenti e per valorizzare il nostro territorio che è fatto di montagna e di lago ed è un contributo importante per noi, per voi, per la città e per i vostri genitori. Ringrazio tutti gli insegnati delle varie scuole che hanno appoggiato questa iniziativa e contribuito a renderla efficace. Il risultato è stato per noi importante perché abbiamo potuto verificare che i lavori svolti sono stati interessanti e soprattutto c’è stata tanta passione e coinvolgimento”.

Quindi l’assessore alla Cultura Simona Piazza. “È bello avervi qui al Palazzo delle Paure sede del polo culturale della città. Un evento che non è solo artistico ma che è culturale a 360° per la nostra vita cittadina. Sono le nostre radici e la nostra storia. Mi appassiona molto la montagna ed è il nel mio bagaglio e credo che lo sia per ciascuno di noi. È bello vedere a fianco di chi ancora porta vanti la promessa e l’impegno di quel sodalizio del 1899 ci sono le nuove generazioni. Quando ho un po’ di tempo mi diletto a portare i bimbi in montagna e credo sia una delle esperienze più belle. La fatica che si fa a salire e scendere insieme su un percorso alle volte difficile e faticoso e la bellezza di guardare il paesaggio dall’alto sapendo che con un po’ di sforzo siamo riusciti ad ottener l’obiettivo credo che sia uno dei valori più grandi che la montagna ci insegna. La montagna ci insegna anche il rispetto per gli altri, ci insegna il valore di fare le cose insieme che è il senso anche della nostra comunità. Io ringrazio veramente i quattro pionieri che diedero vita al sodalizio iniziale, all’attuale consiglio direttivo, al presidente, a tutti i soci ma soprattutto alle tante persone che animano la vita delle montagne e che fungono da presidio non solo per gli alpinisti o per chi va in montagna ma anche sul territorio per portare avanti la storia e le tradizioni”.

Si è proceduto alla premiazione dei quattro bozzetti scelti dalla commissione esaminatrice che presentano pertinenza e originalità nello sviluppo del tema ed è possibile la loro riproduzione in formato murales presso i rifugi. Hanno vinto l’Istututo A, Volta di Lecco classe II ODO, l’Istituto Fiocchi di Lecco l’alunno Giovanni Piazza classe 3a V, l’Istituto Cuore Immacolato di Maria di Valmadrera classe V e l’Istituto comprensivo di Mandello con l’alunna Alice Spreafico classe 2a A. I vincitori, che hanno ricevuto vari premi da parte della Sel vedranno realizzate le loro opere nei prossimi mesi e sono stati premiati dalla consigliere Clara Fusi.

Tavola_45.resized

Il murales per il ‘Grassi‘ del ballabiese Giovi Piazza (ist.to Fiocchi)

 

Pubblicato in: Giovani, Montagna, Città Tags: , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .