LECCO: CONTROLLI DI POLIZIA
ALLA ‘PICCOLA’ E NEI LOCALI
DEL CENTRO. 80 IDENTIFICATI

LECCO – Nella serata del 6 maggio, in Lecco città, all’area mercato “La Piccola”, a seguito delle determinazioni assunte dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica della Prefettura, ha avuto luogo un servizio straordinario di controllo finalizzato a contrastare una situazione di degrado e di pericolo per la sicurezza urbana venutasi a creare in quell’area, frequentata da persone senza fissa dimora, verosimilmente dedite alla commissione di illeciti, che creano allarme sociale anche per la vicinanza al centro storico e ad un adiacente parcheggio utilizzato quotidianamente da numerose persone. Il servizio, coordinato dalla Polizia di Stato, ha avuto luogo con l’impiego di personale della Questura cittadina, coadiuvato da pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Milano e della Polizia Locale.

Dopo una cinturazione della suddetta area, il personale intervenuto ha identificato alcuni soggetti, 3 dei quali stranieri sprovvisti di documenti, ragione per la quale si è reso necessario il loro accompagnamento in Questura per la compiuta identificazione e per verificare la regolarità della loro posizione sul territorio nazionale. Al termine degli accertamenti da parte dell’Ufficio Immigrazione, i 3 soggetti sono risultati tutti irregolari e nei loro confronti è stato adottato l’ordine di espulsione del Questore di Lecco.

Durante la serata, i poliziotti hanno controllato anche due soggetti sospetti nei pressi di Largo Caleotto, i quali fin da subito hanno assunto un atteggiamento provocatorio e di sfida nei confronti degli agenti, rifiutandosi di esibire un documento e di fornire le proprie generalità, spintonando gli operanti per guadagnarsi la fuga. Anche negli Uffici della Questura i due continuavano a tenere un atteggiamento estremamente aggressivo, insultando i poliziotti. Uno dei due, K.V.A.C., classe 1996, originario della Costa d’Avorio, tirando una serie di violenti calci, tentava nuovamente di darsi alla fuga, ragione per la quale è stato successivamente tratto in arresto per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nella mattinata odierna il processo direttissimo al Tribunale di Lecco, dove l’arresto è stato convalidato, sono stati richiesti dal legale i termini a difesa, in attesa di giudizio previsto per il 16 luglio 2021. Anche l’altro soggetto, identificato per B.S., classe 2002, italiano, è stato denunciato per i reati di resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Nella stessa serata, inoltre, personale della Polizia di Stato, con l’ausilio di alcuni agenti della Polizia Locale di Lecco, ha proceduto al controllo di due esercizi commerciali siti nel centro cittadino, dove si sono identificati 35 avventori. Sono stati, infine, effettuati anche dei mirati posti di controllo nei principali punti di accesso ed uscita dalla città. Complessivamente, nell’arco dell’intera serata, sono state identificate 80 persone e controllati 28 veicoli. Analoghi servizi saranno effettuati anche nelle prossime settimane.

 

Pubblicato in: Cronaca, Città, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .