SENTIERI, 360 PALI E 950 FRECCE.
‘LECCO AMA LA MONTAGNA’
OPERATIVO DOPO L’EMERGENZA

LECCO – Con la posa dei pali per la nuova segnaletica dei sentieri avviata nei giorni scorsi in località Bonacina, prende il via la fase operativa del progetto “Lecco ama la montagna”, rimandata a seguito dell’emergenza da Covid-19.

Il progetto si occupa della cura, della manutenzione e della valorizzazione dei sentieri escursionistici presenti nel Comune di Lecco, nell’ambito del protocollo d’intesa triennale tra Comune di Lecco, Fondazione comunitaria del Lecchese, e il Club Alpino Italiano sezione di Lecco “Riccardo Cassin”, protocollo con cui è stato istituito il Fondo “Lecco per la montagna”.

Diverse le fasi attuative previste: un primo intervento riguarderà la posa di pali per la nuova segnaletica – previsto il posizionamento di 360 pali sulla rete sentieristica lecchese – a cui seguirà l’installazione di 950 frecce di indicazione, realizzate secondo gli standard previsti dalla recente normativa in materia.

La complessità della progettazione degli interventi, supervisionata dal Cai, ha portato a identificare anche depositi in quota per i materiali e richiederà l’utilizzo dell’elicottero per il trasporto dei pali, in particolare per le zone più elevate.

Il progetto ha anche una rilevante valenza sociale: per la realizzazione degli interventi sono infatti stati individuati enti del terzo settore (cooperativa il Grigio, cooperativa Duemani, cooperativa Dimanoinmano) e sono stati previsti e realizzati alcuni inserimenti lavorativi di soggetti in stato di fragilità.

Tramite l’azione congiunta di più soggetti pubblici e privati, il progetto intende sperimentare e consolidare un sistema strutturato di gestione della sentieristica che possa, anche a seguito dell’evoluzione normativa di questi anni, valorizzare l’importante patrimonio escursionistico di Lecco.

 

Pubblicato in: Montagna, Ambiente, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati