LAORCA, VANDALISMI E RONDE.
“NON BASTANO LE PATTUGLIE,
SUBITO NUOVE TELECAMERE”

Ieri sera siamo stati purtroppo costretti a visitare il rione di Laorca a seguito di tantissime segnalazioni da parte di cittadini esasperati per la situazione nella quale è precipitato il quartiere. Sentirsi raccontare e poi vedere con i propri occhi i vandalismi successi negli ultimi mesi, non solo è inaccettabile, ma soprattutto è indecoroso per Lecco e la sua storia: come possiamo raccontare di una città accogliente per nuovi residenti e turisti, se è ormai insicura e pericolosa per chi la vive ogni giorno?

Abbiamo assistito a ronde di comuni cittadini armati di torce, ci hanno mostrato gruppi WhatsApp usati per proteggersi a vicenda, ci hanno raccontato di aver predisposto delle lettere da inviare agli amministratori della città… È davvero inconcepibile come debbano essere i residenti a prendere le precauzioni per difendere se stessi e le proprietà personali ed è preoccupante ascoltare come si sentano abbandonati a loro stessi in questa situazione.

Ci chiediamo se gli strumenti a disposizione, come le (poche) telecamere del quartiere, alcune posizionate proprio nelle zone degli atti raccontati nelle cronache di questi mesi, siano funzionanti e quindi possano essere utilizzate per identificare gli autori dei vandalismi e per riportare un po’ di pace nel rione.

A seguito delle tante denunce delle ultime settimane, si sono intensificate le visite delle volanti di polizia e carabinieri, ma come sappiamo e abbiamo verificato in altre zone della città (Viale Turati, Via Volta, Piazza Cermenati), questa tipologia di intervento non sta portando ad alcun miglioramento della situazione.

Davanti a questa richiesta di aiuto, crediamo sia indispensabile un segno importante e concreto da parte dell’amministrazione: riteniamo (come sollecitato dai residenti stessi) sia necessario per risolvere in breve tempo questa situazione provvedere ad installare nuove telecamere utili ad identificare i delinquenti che tengono sotto scacco un intero rione.

Ci auguriamo infine che questo ennesimo caso di delinquenza e di grave problema sociale non venga ancora derubricato da Sindaco e Giunta a mero problema transitorio dovuto al periodo in cui viviamo, perché purtroppo sono queste le uniche parole che non vogliono sentire i residenti di Laorca (e tutti i lecchesi) che vivono sulla propria pelle il peggioramento della qualità della vita nella nostra città!

Emilio Minuzzo
Simone Brigatti
Lecco Merita di Più

 

Pubblicato in: Città, Cronaca, Lettere a LeccoNews, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati