LECCHESI NEL PALLONE: CONTI
“NON S’HA DA FARE”, TURATI
E MANGNI SEMPRE PROTAGONISTI

LECCO – Undicesima puntata della rubrica con la quale vogliamo seguire da vicino le gesta settimanali dei nostri conterranei, impegnati nelle serie professionistiche dello sport più popolare del Belpaese: il calcio.

MANUEL LOCATELLI (Sassuolo)
Partita dalle mille emozioni al Mapei Stadium; il Sassuolo pareggia 3-3 contro la Fiorentina e mastica amaro per una vittoria sfuggita al 96′. Dopo un primo tempo equilibrato e senza reti, nella ripresa si scatena l’inferno: neroverdi avanti con Duncan e Babacar; il figlio d’arte Simeone accorcia ma è ancora Sensi a riportare avanti di due gol i modenesi. Quando tutto sembra deciso prima Benassi e poi Mirallas, all’ultimo respiro, pareggiano i conti. Manuel ha passato tutti i novanta minuti in panchina mentre mercoledì, schierato titolare nella partita di Coppa Italia contro il Catania, è risultato decisivo grazie al gol nel finale che ha regalato la qualificazione ai suoi.

ANDREA CONTI (Milan)
Questo debutto non s’ha da fare..! Come scriveva il Manzoni nei Promessi Sposi sembra proprio che il rientro di Andrea Conti non voglia avvenire; domenica sera, nella partita pareggiata dal Milan contro il Torino, il terzino lecchese si è scaldato per gran parte del match; tutti ci aspettavamo un imminente ingresso ma così non è stato. Giovedì i rossoneri affronteranno in Europa League i greci dell’Olympiacos; che finalmente sia la volta buona.

ANDREA ARRIGONI (Lecce)
In Cadetteria il Lecce impatta al Via del Mare 0-0 contro il Perugia e allunga la striscia positiva di risultati mantenendosi a meno tre dalla capolista Palermo; Arrigoni non viene chiamato in causa per tutti i novanta minuti dal tecnico Liverani.

DOUDOU MANGNI (Monopoli) 
Dando un’occhiata alla terza serie alcuni dei nostri calciatori si confermano assolute garanzie e interessanti prospetti per le proprie squadre;l’attaccante del Monopoli Doudou Mangni sigla la rete della vittoria contro la “corazzata” Caseratana e spinge i suoi sempre più su in classifica; è l’ottantesimo quando raccoglie un cross dalla destra: il primo tocco sbatte sul palo, ma sulla ribattuta è il più lesto a spedire in rete.

MARCO TURATI (Siracusa)
Nonostante il gol di capitan Turati il Siracusa non riesce a a portare a casa i tre punti contro la Vibonese. Il centrale “oggionese” va a bersaglio nel primo tempo, facendosi trovare pronto al limite dell’aria di rigore scaricando un destro che finisce nel sacco.

SALVATORE ELIA (Juve Stabia)
La giovane punta di Chiuso, Salvatore Elia classe 1999, disputa un’ altra grande partita in quel di Trapani; in forza alla Juve Stabia (serie C girone C) ma prodotto del settore giovanile dell’Atalanta dimostra di possedere qualità e numeri molto interessanti. Dopo il primo gol nei professionisti contro il Bisceglie viene riconfermato titolare; dà la sensazione di giocare come un veterano e sarà un’arma in più per le vespe nella scalata alla Serie B.

G. Gi.

 

Pubblicato in: Sport, News Tags: , , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati