SPIAGGE DEL LARIO ORIENTALE:
BAGNI VIETATI SOLAMENTE
ALLA MALPENSATA DI LECCO

LECCO – Secondo i campionamenti effettuati dalla ATS Brianza il 4 luglio, tutte le località lecchesi sono idonee alla balneazione. Tutte tranne la Malpensata che resta temporaneamente vietata per motivi di sicurezza.

Data l’estrema variabilità del fenomeno della presenza di cianobatteri in relazione anche alle condizioni climatiche e atmosferiche, ATS Brianza ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi. Inoltre, è comunque buona norma, a tutela della salute, adottare i seguenti comportamenti: evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione; fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa; sostituire il costume dopo il bagno.

Il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e/o disturbi gastrointestinali. Infine, così come già accaduto negli anni precedenti a seguito di segnalazioni di dermatiti in alcune persone che hanno avuto contatto con le acque, è verosimile che tali inconvenienti siano determinati da riscontro occasionale di cercaria nelle acque interessate (laghi di Como, Garlate, Annone, Pusiano).

Pubblicato in: Ambiente, Città, Cronaca, Economia, Lago, News, Sanità, Turismo Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati