LO SCERIFFO CHIUDE IL PONTE:
SABATO MATTINA DI CAOS
ALLO SVINCOLO DI PESCATE

PESCATE – Dalle 9 alle 12 di domani, sabato 6 luglio, chiuse a Pescate le rampe del terzo ponte, ovvero della Statale 36.

L’ordinanza firmata dal “sindaco-sceriffo” di Pescate è la ormai nota provocazione che il primo cittadino del Carroccio è solito ventilare per ottenere attenzione e ogni tanto – come in questo caso – passa dalle parole ai fatti.

Dante De Capitani infatti continua a lamentare le lunghe code che giornalmente intasano Pescate, anche per questo le scuse si fermano alla pura formalità: “Mi dispiace per i disagi che creerò ai turisti – va ripetendo il borgomastro – ma si tratta delle stesse condizioni che subiamo quotidianamente noi pescatesi”.

La serrata del ponte “Manzoni” è motivata da lavori di manutenzione – e come le altre volte sarà la Digos a verificare che sia così – ma l’obbiettivo dichiarato è richiamare lo sguardo di Anas e politica sul suo paese e soprattutto sul tanto desiderato nuovo ponte Pescate-Bione come panacea a tutti i mali della viabilità locale.

Vero è che anche in questo modo il sindaco ha ottenuto una corsia riservata per il ponte “Kennedy”, un progetto preliminare per il “quarto ponte” con pista ciclabile integrata e nel prossimo futuro un colloquio con i vertici romani di Anas.

 

 

Pubblicato in: Viabilità, Pescate Tags: , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati