CONFINDUSTRIA: RINNOVATO
IL CONSIGLIO GENERALE
“OLIMPIADI 2026 NEL MIRINO
SE OGNUNO FARÀ LA SUA PARTE”

LECCO – Assemblea dei soci di Confindustria Lecco e Sondrio in videoconferenza con una significativa partecipazione da parte delle imprese delle due province. L’appuntamento annuale è stato occasione per il tradizionale intervento del presidente dell’associazione Lorenzo Riva, che ha proposto alcune riflessioni sullo scenario economico e sociale e il consuntivo di un anno di attività, fra servizi e rappresentanza. Grazie alle “urne virtuali” gli associati hanno eletto nuovi componenti del consiglio generale.

“Voglio ringraziare in modo particolare la squadra che ha lavorato con me in questo anno già molto difficile prima del manifestarsi della pandemia – ha evidenziato il presidente di Confindustria Lecco e Sondrio Lorenzo Riva – ma durante il quale abbiamo fatto molto come associazione e che ci ha visti particolarmente attivi sui progetti che animano il territorio, dalla Camera di Commercio Como-Lecco ormai pienamente operativa alla sfida con le Olimpiadi invernali 2026, alla quale guardiamo come una grande opportunità di sviluppo. Un grazie va anche a tutta la struttura che in un momento difficile e drammatico come quello degli ultimi mesi ha saputo modificare il suo modo di lavorare per essere sempre presente, a sostegno delle nostre imprese e contribuendo a fare chiarezza in un panorama complicato”.

“A causa della crisi innescata dalla pandemia il Paese sta ora attraversando un periodo molto difficile ed è indispensabile che si creino le condizioni per rendere il nostro sistema più competitivo. Per reagire e rialzarci – ha continuato il presidente Riva – abbiamo bisogno che il Governo e l’Europa, ma anche gli Istituti bancari, facciano veramente la loro parte per il rilancio dell’industria e del manifatturiero, senza i quali il sistema economico dell’intero Paese non ha possibilità di continuare ad esistere così come lo conosciamo”.

“Sappiamo che dovremo imparare a convivere almeno per un certo periodo con il Coronavirus – ha detto ancora Lorenzo Riva – modificando la nostra quotidianità, da cittadini e nella gestione delle nostre aziende. Ma l’emergenza è stata anche un’occasione per adottare nuovi modelli organizzativi, ad esempio con una maggiore introduzione dello smart working, che si sono rivelati soluzioni efficienti e con un potenziale di sviluppo interessante”.

“Per quanto riguarda la nostra Associazione – ha concluso il presidente Riva – confermiamo come sempre il nostro impegno per essere partner affidabile delle imprese. Sono certo che questa squadra, in parte rinnovata con le Assemblee dell’ultimo periodo, non farà mancare le sue energie per portare avanti quanto fatto sinora e nuovi stimoli per continuare ad essere innovativi anche nella nostra attività”.

IL RINNOVO DELLE CARICHE

Eletti dall’assemblea dei soci, sono entrati nel consiglio generale per il biennio 2020-2022 i dieci rappresentanti generali: Annalisa Bellante (Cama), Giuseppe Cima (Cartiera dell’Adda), Eddy Codega (C.A.M.P.), Roberto Crippa (Technoprobe), Walter Fontana (Fontana Pietro), Jacopo Guzzoni (Fomas), Roberto Morganti (Morganti Insurance Brokers), Daniele Nava (Mario Nava), Annalisa Rainoldi (Rainoldi Legnami), Marco Taccani Gilardoni (Gilardoni).

Nel consiglio generale, sempre per il prossimo biennio, sono entrati anche i tre rappresentanti della piccola industria: Gianluca Bonazzi (Bonazzi Grafica), Cinzia Cogliati (Cogliati Aurelio), e Maria Luisa Meroni (Meroni F.lli). Eletta con il maggior numero di voti, Maria Luisa Meroni rappresenta la Piccola Industria anche nel consiglio di presidenza.

L’assemblea ha inoltre eletto, per il quadriennio 2020-2024, il collegio dei probiviri composto da Alberto Bonaiti (Studio Legale Bonaiti & Associati), Giovanni Bonini (Bonini), Fiorenzo Caspani (Stilcolor Service), Ersilio Citterio (Cosma di O. Citterio), Sabrina Cogo (Feat Group), Franco Giorgio Keller (Intergen) e il collegio dei revisori contabili del quale fanno parte i membri effettivi Carlo Bianco, Pierfrancesco Giordano, Federico Mascheroni e i membri supplenti Francesco Merlo e Marco Pirola.

Il consiglio generale si completa, fra gli altri, con i membri del consiglio di presidenza, con i presidenti delle categorie merceologiche eletti nei giorni scorsi e con i rappresentanti aggiuntivi delle categorie merceologiche che verranno indicati a breve.

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati