LECCO, IL BILANCIO SOCIALE
“TRASPARENTE E DI SQUADRA”.
ONLINE I 10 ANNI DI BRIVIO

LECCO – Nella bella Villa Manzoni il sindaco Virginio Brivio con la sua giunta e, in qualità di moderatore, l’assessore Goretti, presenta con orgoglio il Bilancio sociale, un fondamentale strumento di trasparenza a servizio dei cittadini. Neanche il Covid-19 è infatti riuscito a impedire che questo impegno, che l’amministrazione si assume al termine del mandato quinquennale, venisse effettivamente assolto.

Un breve video subito evidenzia: “il Bilancio sociale ha un obiettivo molto utile e concreto, quello di cercare di rendere conto di ciò che in questi 5 anni l’amministrazione comunale ha fatto. Degli 87 impegni assunti con i cittadini, 73 sono stati realizzati almeno al 75%”.

I risultati, che verranno pubblicati nella loro versione definitiva venerdì 17 luglio, sono oggi presentati in un pratico opuscolo che è anche disponibile, in forma più sostenibile e approfondita, online. In entrambe i casi, comunque, l’esposizione degli obiettivi e del loro conseguimento ruota attorno ai dieci temi chiave della visione politica, trattati in modo trasversale, tra cui ricordiamo la scuola, l’ambiente e il territorio.

Se poi molte opere sono state realizzate dal Comune, altrettante hanno visto la partecipazione attiva dei cittadini, che si sono dedicati assiduamente al restauro di monumenti, come quello “ai caduti”, e alla riqualificazione di parecchie aree. La giunta si dice fiera della manutenzione e ristrutturazione che ha interessato i beni comuni poiché, come afferma il sindaco, “qui è dove le opere si trovano”. In questo modo l’amministrazione pone i cittadini, primi destinatari dell’informazione riguardante il Bilancio sociale, nelle condizioni di verificare quali obiettivi – e come – sono stati raggiunti.

Di non secondaria importanza è inoltre il lavoro di squadra, che ha fatto sì che “temi prima trascurati venissero ripresi e trattati con passione” e che ha permesso un generale miglioramento della comunicazione tra il pubblico e il privato, e tra il Comune di Lecco e le altre associazioni”. All’insegna di “fiducia, responsabilità e partecipazione” è stato quindi possibile diminuire l’indebitamento e allo stesso tempo avere a disposizione più fondi da investire nella ricerca per il territorio e nello sviluppo di strategic development goals, obiettivi di benessere ed equità che, come ricorda Giancarlo Giudici, rappresentante del Politecnico, “possono essere declinati a livello locale, sebbene siano stati individuati a livello mondiale”.

“Abbiamo realizzato azioni mirate, da imprenditori” sottolinea infine il vice sindaco Francesca Bonacina, ricordando che “dietro ai numeri c’è un grande lavoro fatto dall’amministrazione” che però collabora sempre con la comunità, vera ed ultima destinataria di ogni progetto.

 

 

 

Pubblicato in: politica, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati