RUBRICA LECCO IERI&OGGI:
LE CASE DEI FERROVIERI

LECCO – In città raggiungiamo il rione di Santo Stefano per osservare il soggetto di questo episodio della rubrica Lecco Ieri&Oggi: le case dei ferrovieri.

Prima che l’odierno viale Turati fosse costruito (ne parlammo in questo episodio della rubrica e in ‘Sulle strade di Lecco’ 5), la zona dove oggi sorge il quartiere di Santo Stefano era priva di edifici eccetto il convento dei frati cappuccini costruito intorno alla chiesa che dà il nome al rione. Proprio in questa zona sorsero, ad inizio Novecento, degli edifici residenziali i cui appartamenti venivano concessi ai dipendenti delle Ferrovie dello Stato. Questo utilizzo dei fabbricati era ancora in essere alla fine degli anni Settanta.

Nel tempo però gli edifici, rimasti invariati dal punto di vista strutturale, hanno subito, come molti altri, opere di ristrutturazione che hanno permesso loro di rimanere ancora oggi abitabili. L’unica differenza tra la nostra fotografia e la cartolina, datata 1915, sta nel fatto che un tempo non erano presenti il muro di cinta e il giardino che circondavano le case dei ferrovieri.

Anche questo angolo di città è rimasto lo stesso per oltre un secolo.

A.G.

Cartoline d’epoca tratte da Gigi Amigoni, Lecco 1900: un saluto in cartolina, Calolziocorte, Amigoni G.; foto di Lecconews.lc

 

Pubblicato in: Lecco ieri&oggi, Città Tags: , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .